Giovedì 13 Giugno 2024

Sito Enea: informazioni e tempistiche da rispettare per inoltrare la richiesta

Novità / Il portale è già stato attivato il 1° gennaio 2023

Muoversi in tempo fa la differenza

Muoversi in tempo fa la differenza

Il sito ENEA è stato reso attivo dal 1° gennaio del 2023 per la compilazione e l’invio delle schede relative agli interventi di efficienza energetica per i quali è stato utilizzato l’ecobonus o il Bonus casa, con data di fine lavori a partire dal 1° gennaio 2023. La comunicazione deve essere trasmessa anche per le spese sostenute per l'acquisto di elettrodomestici ammesse al Bonus mobili. L’invio deve avvenire entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Lo scorso 1 febbraio invece, l’ENEA ha reso pubblico anche sito per la compilazione e l’invio delle schede descrittive relative agli interventi di efficienza energetica, che accedono all’ecobonus e al bonus casa del 50%, per lavori terminati nel 2023. L’accesso al sito è consentito con Spid e Cie. Come spiega la guida ENEA “la detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento. In questo caso, l’anno di sostenimento della spesa sarà quello di effettuazione del pagamento da parte della finanziaria”. Obbligatoria ai fini del permesso di usufruire della detrazione la conservazione della ricevuta del bonifico, della ricevuta di avvenuta transazione (per i pagamenti con carta di credito o di debito), della documentazione di addebito sul conto corrente delle fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti. La detrazione non deve essere confusa con la deduzione fiscale che prevede solo un abbattimento dell’imponibile, con un risparmio fiscale che quindi è più contenuto e legato all’aliquota marginale del singolo contribuente. La guida sottolinea che la mancata o tardiva trasmissione non implica la perdita del diritto alle detrazioni.