Lunedì 17 Giugno 2024

La fabbrica "leggera" della Scaglia Indeva

RIDURRE LA FATICA degli operai nelle aziende manifatturiere, minimizzando il rischio di incidenti, non è solo una missione sociale. È uno degli obiettivi fondamentali della meccatronica, che mette insieme meccanica, elettronica e informatica con l’obiettivo di automatizzare i sistemi di produzione. Tra i protagonisti del settore c’è Scaglia Indeva Spa, società leader a livello internazionale nella progettazione e produzione di manipolatori industriali per la movimentazione manuale dei carichi. L’obiettivo dei manipolatori è quello di rendere la fabbrica più "leggera": qualsiasi oggetto, di qualunque forma e peso, può essere movimentato come fosse una piuma.

Questi strumenti vengono usati come un’estensione del braccio umano per operazioni di assemblaggio nei settori automobilistico, aeronautico e meccanico, nel mondo del packaging, del food e del pharma. Scaglia Indeva, in particolare, è leader mondiale nella progettazione e produzione di "Intelligent Devices for Handling", una nuova generazione di manipolatori industriali. Airbus Helicopters, ad esempio, utilizza i manipolatori Indeva per il montaggio dei rotori: nello stabilimento francese è stata sviluppata una soluzione in grado di gestire in completa autonomia la loro movimentazione. Il numero uno del gruppo è Stefano Scaglia, imprenditore simbolo della meccatronica italiana, presidente fino a giugno 2022 di Confindustria Bergamo. Quartier generale a Brembilla, in provincia di Bergamo, il gruppo Scaglia conta 4 società.

Oltre a Indeva c’è Scaglia srl, l’azienda da cui è originato il gruppo nel lontano 1838, nata per la produzione di rocchetti in legno e accessori per le macchine tessili. Fanno parte delle attività della famiglia Scaglia anche Sit, che produce soluzioni e componenti per la trasmissione di potenza, cinghie e pulegge per machine industriali e nastri trasportatori, e Sit Automation, che produce componenti e sistemi per il controllo del moto. Il Gruppo, che nel 2022 ha raggiunto i 200 milioni di euro di fatturato, ha in portafoglio clienti come Stellantis, Audi, Bmw, Ducati, Ford, General Motors, Thyssen, Coca–Cola e Nestlé. Se la meccatronica è un settore in cui all’Italia è riconosciuto in tutto il mondo un primato di innovazione e qualità, è merito anche di Scaglia Indeva.

Francesco Delzio