Sandra Milo, Luxuria: aveva una parola buona per tutti, era libera