Giovedì 25 Aprile 2024

Voto di scambio con la mafia, arrestata consigliera Comune Bari

Ai domiciliari Maria Carmen Lorusso, in carcere marito Olivieri

Voto di scambio con la mafia, arrestata consigliera Comune Bari

Voto di scambio con la mafia, arrestata consigliera Comune Bari

Ci sono nomi noti della criminalità e della politica barese tra i 130 destinatari di misure cautelari eseguite oggi dalla polizia a Bari e in provincia, nei confronti di altrettante persone indagate - a vario titolo - per scambio elettorale politico-mafioso per le elezioni comunali di Bari del 2019; estorsioni, porto e detenzioni di armi, illecita commercializzazione di stupefacenti, turbata libertà degli incanti, frode in competizioni sportive, tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Tra questi, il carcere è stato disposto per Tommaso 'Tommy' Parisi, cantante neomelodico e figlio del boss Savino (detto 'Savinuccio') del quartiere Japigia, già condannato in primo grado a otto anni per associazione mafiosa, e per l'ex consigliere regionale e avvocato Giacomo Olivieri. I domiciliari sono invece stati disposti per la moglie di Olivieri, la consigliera comunale Maria Carmen Lorusso, eletta con la lista 'Di Rella sindaco' (centrodestra) e poi passata alla maggioranza che sostiene il sindaco Antonio Decaro. Le elezioni comunali del 2019 finirono al centro di un'altra indagine sui rapporti tra politica e mafia che portò, nell'ottobre 2022, all'arresto dell'allora consigliera comunale Francesca Ferri, eletta sempre nelle file della lista 'Di Rella sindaco'. Ferri, il compagno Filippo Dentamaro e il presidente del Foggia calcio Nicola Canonico, sono attualmente sotto processo per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale e scambio elettorale politico mafioso per le elezioni di Bari e del vicino comune di Valenzano. Coinvolti in quell'inchiesta anche i vertici del clan Buscemi di Valenzano, legati proprio al clan Parisi del quartiere Japigia.