Turchia, gol al 97', presidente 'invade' campo, arbitro Ko

L'arbitro Halil Umut Meler è stato aggredito da Faruk Koca, presidente dell'Ankaragucu, dopo il gol del pareggio segnato al 97'. Meler è stato preso a pugni e calci da alcuni tifosi e membri dello staff, ed è stato portato via con il volto tumefatto.

Turchia: gol al 97', presidente 'invade' e mette Ko l'arbitro
Turchia: gol al 97', presidente 'invade' e mette Ko l'arbitro
Scene di straordinaria follia, prive di senso, si sono verificate oggi alla fine di Ankaragucu-Rizespor, posticipo della 15/a giornata della Super Lig turca caratterizzato da un'espulsione per parte. L'arbitro Halil Umut Meler (lo stesso che di recente ha diretto Lazio-Celtic di Champions) è stato aggredito dal presidente dell'Ankaragucu, Faruk Koca. Il patron della squadra di casa è entrato correndo in campo e ha colpito con un pugno il direttore di gara, che è finito a terra. Successivamente Meler è stato colpito da alcuni calci da parte di altre persone presenti in campo, prima di essere messo in salvo. A scatenare la rabbia del presidente dell'Ankaragucu è stato soprattutto il gol del pareggio (il match è finito 1-1) segnato al 97' dall'ex attaccante di Benevento e Verona Adolfo Gaich. Così l'arbitro è stato prima 'steso' dal presidente dell'Ankaragucu e poi preso a calci da alcuni tifosi che, nel frattempo, avevano 'invaso' il campo e, a quanto sembra, anche da alcuni membri dello staff del team di casa. Le immagini di questa aggressione stanno facendo il giro del web, con Umut Meler che è stato portato via dal campo con il volto tumefatto.