Trump ha 28 Stati e 272 voti, 2 in più per la vittoria

Donald Trump può contare su 28 Stati per le elezioni Usa del 2024, con 272 voti del collegio elettorale. Joe Biden ha 19 Stati, con 225 voti. Tre stati incerti, 41 voti in gioco. La vittoria dipenderà dalla battaglia stato per stato.

Cnn, Trump ha dalla sua 28 Stati e 272 voti, 2 oltre la vittoria
Cnn, Trump ha dalla sua 28 Stati e 272 voti, 2 oltre la vittoria
Per le elezioni USA del 2024, Donald Trump può contare su 28 Stati (e un distretto del Maine) che lo sostengono o sono orientati verso di lui, per un totale di 272 voti del Collegio Elettorale, due sopra la soglia di vittoria (270). Joe Biden, invece, ha dalla sua 19 Stati, oltre al District of Columbia (la capitale), per un totale di 225 voti, 45 in meno del quorum necessario per la vittoria. La CNN ha redatto una prima mappa elettorale "road to 270" (la via per i 270 voti) sulla base di sondaggi pubblici e privati, conversazioni con consiglieri elettorali, operativi politici repubblicani e democratici, membri del Congresso e politologi. L'emittente considera incerti tre Stati (Arizona, Pennsylvania, Wisconsin e un distretto congressuale del Nebraska) per un totale di 41 voti elettorali. Se Biden li vincesse, dovrebbe comunque recuperare almeno uno dei tre Stati vinti nel 2020 (Georgia, Michigan e Nevada) che attualmente si stanno leggermente orientando verso Trump. "Nei mesi a venire ci sarà una fissazione infinita sui sondaggi nazionali, ma sarà la battaglia Stato per Stato per i 270 voti elettorali che determinerà chi siederà nello Studio Ovale l'anno prossimo", ha spiegato il network, ricordando che nelle ultime due gare presidenziali il perdente e il vincitore sono stati separati da meno di 80.000 voti complessivi in tre Stati teatro di battaglia, su oltre 130-155 milioni di voti espressi a livello nazionale. La CNN avvisa comunque che la sua mappa è un "esercizio ideato per catturare la situazione della gara oggi. Se abbiamo imparato qualcosa dalla recente storia politica americana è che dobbiamo aspettarci l'inaspettato. Non sappiamo nemmeno con certezza se Biden e Trump saranno i due principali candidati del partito in autunno".