Sabato 13 Aprile 2024

Truffa buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Procedimento della Procura di Roma. Sequestro di 20 milioni

Truffa buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Truffa buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

I vertici della società Edenred Italia, specializzata nei buoni pasto e ticket, sono indagati in una indagine della Procura di Roma che ha portato al sequestro oggi di 20 milioni di euro. In particolare il pm Carlo Villani contesta a quattro persone, oltre che alla società, i reati di truffa aggravata, turbativa d'asta in concorso e illeciti amministrativi. I fatti riguardano un periodo compreso tra il 2021 e il 2023. Il sequestro è stato effettuato dalla Guardia di Finanza che ha dato esecuzione ad una misura disposta dal gip della Capitale. "Il provvedimento è adottato per illeciti amministrativi- spiega una nota della Procura di Roma - dipendenti dai reati di truffa ai danni dello Stato e turbata libertà degli incanti perpetrati, a beneficio dell'ente, da 4 legali rappresentanti succedutisi nel tempo". Le indagini svolte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Roma, "hanno permesso di ricostruire condotte, in ipotesi d'accusa fraudolente, nella partecipazione a una gara per l'affidamento del servizio di buoni pasto per la Pubblica Amministrazione per un importo stimato a base di gara pari a 1.250.000.000, che avrebbero determinato a vantaggio della società l'illegittima aggiudicazione e la connessa esecuzione di 4 lotti per un valore complessivo di circa 580 milioni di euro", aggiunge la nota della Procura capitolina.