Terremoto in Giappone, media: bilancio salito a oltre 20 morti

Il premier Kishida: corsa contro il tempo per salvare vite umane

E' salito a oltre 20 morti il bilancio delle vittime del terremoto che ha colpito ieri il centro del Giappone, secondo l'agenzia di stampa nipponica Kyodo. "Sono stati confermati danni molto significativi, numerose vittime, edifici crollati e incendi", ha detto stamattina il premier giapponese Fumio Kishida. "Dobbiamo correre contro il tempo" per salvare vite umane, ha aggiunto. Oltre 100 edifici sono stati distrutti o gravemente danneggiati dalle fiamme nella città di Wajima in seguito agli incendi scoppiati a causa del terremoto, secondo i vigili del fuoco. Un'altra scossa di magnitudo 5.6 è stata registrata oggi alle 10:37 ora locale (le 2:17 in Italia) nella prefettura centroccidentale giapponese Ishikawa, colpita ieri dal violento sisma di magnitudo superiore a 7: lo rende noto l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Secondo l'agenzia meteorologica nipponica Jma, il Giappone centrale è stato colpito da almeno 155 terremoti tra ieri pomeriggio e stamattina. La Jma ha intanto ufficialmente revocato il rischio di uno tsunami.