Lunedì 24 Giugno 2024

Schillaci al Cairo per collaborazione sanitaria Italia-Egitto

Nell'ambito del Piano Mattei intese su farmaceutica e salute

Schillaci al Cairo per collaborazione sanitaria Italia-Egitto

Schillaci al Cairo per collaborazione sanitaria Italia-Egitto

Un protocollo d'intesa in campo sanitario e farmaceutico è stato firmato oggi al Cairo tra l'Associazione Italiana delle Aziende Farmaceutiche (Farmindustria), l'Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie della Vita di Roma e la Federazione delle Industrie Egiziane, alla presenza del ministro italiano della Salute Orazio Schillaci e di quello egiziano Khaled Abdel Ghaffar. "Un incontro importante per il piano Mattei - l'ha definito il ministro Schillaci -, con un rafforzamento della collaborazione sanitaria tra l'Egitto e l'Italia". L'intesa, firmata al ministero della Salute egiziano presente anche l'ambasciatore d'Italia al Cairo Michele Quaroni, mira ad espandere le opportunità di reciproci investimenti tra le aziende farmaceutiche egiziane e italiane e a rafforzare la partnership tra le due parti per il trasferimento di tecnologia per la produzione farmaceutica. Un passo particolarmente importante per l'Egitto - ha sottolineato Ghaffar - che aumenterà l'accesso alle cure al suo interno e le esportazioni verso l'Africa e il Medio Oriente. Tanto importante per l'Egitto che la firma, avvenuta a livello di associazioni imprenditoriali di settore e accompagnata da un'intesa tra i governi, è stata preceduta anche da un incontro con il primo ministro Mostafa Madbouly, da poco dimessosi e reincaricato di formare un nuovo governo. Il premier egiziano ha sottolineato che "le relazioni tra Il Cairo e Roma stanno vivendo una forte dinamica a diversi livelli, grazie al grande sostegno fornito" dal presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi e dal presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni, e agli sforzi dell'ambasciatore Quaroni. "Il settore sanitario rappresenta una delle principali priorità del governo egiziano", ha sottolineato Madbouly, confidando nella rapida attuazione degli auspici oggi espressi. Ha poi introdotto la successiva tavola rotonda, servita a porre basi concrete alle intese, invitando l'Italia a partecipare alla prossima conferenza degli investimenti Ue-Egitto attesa per fine mese al Cairo. "E' un giorno importante per stringere ancora di più i rapporti tra Italia e Egitto e sviluppare insieme opportunità di crescita della nostra industria farmaceutica - ha commentato il presidente di Farmindustria Marcello Cattani - con l'obiettivo comune di rendere le industrie farmaceutiche, che sono leader nell'innovazione, più forti nella regione del Mediterraneo e in Africa grazie al piano Mattei". Nel concreto, le intese potranno articolarsi non solo in reciproci investimenti ma anche in collaborazioni tecnologiche in campo ospedaliero e della ricerca, nonchè dei dispositivi medici, della raccolta ed elaborazione dati, anche grazie all'intelligenza artificiale.