Sabato 13 Aprile 2024

Rai Way approva il piano, l'M&A per accelerare i target

316 milioni di ricavi e 92 di utili nel 2027, pay-out del 100%

Rai Way approva il piano, l'M&A per accelerare i target

Rai Way approva il piano, l'M&A per accelerare i target

Rai Way approva il piano industriale che prevede il raggiungimento, nel 2027, di ricavi core per 316 milioni, con una crescita media annua del 3,8%, un adjusted ebitda a 207 milioni (+3,5%) e un utile di 92 milioni (+1,4%). Rai Way, spiega una nota, intende "rafforzare il proprio ruolo nella distribuzione media e nelle infrastrutture digitali" con "il business tradizionale" che "continua ad offrire opportunità di crescita" e "la diversificazione" che "consentirà un ulteriore sviluppo nel medio-lungo termine". Al tempo stesso si impegna "a perseguire la crescita per linee esterne" per "rafforzare e accelerare gli obiettivi di piano". "Ci impegniamo per una Rai Way che - pur mantenendo le proprie prerogative - al termine del Piano sia più grande, più diversificata, con migliori prospettive di crescita e più efficiente. La strada e le priorità sono chiare. Sempre nel rispetto della disciplina operativa e finanziaria, il focus e il nostro impegno passano ora sull'execution", afferma l'amministratore delegato Roberto Cecatto, secondo cui il piano aziona le "le leve idonee a far emergere il reale valore della società". Il piano della società delle torri controllata dalla Rai prevede investimenti di mantenimento ricorrenti stabili al 6,5% circa dei ricavi e investimenti di sviluppo pari a circa 240 milioni, di cui circa 100 su business e asset tradizionali e circa 140 milioni in iniziative di diversificazione. La generazione di cassa ricorrente è attesa a 130 milioni, in aumento del 15% sul 2023, mentre sul fronte dei dividendi viene confermata la politica di distribuire ai soci il 100% dell'utile netto, per un monte dividendi complessivo nell'arco di piano di circa 350 milioni di euro. A fine piano il debito netto è atteso a 286 milioni, con una leva finanziaria prevista in aumento su base organica fino a circa 1,4 volte in termini di debito netto su ebitda adjusted. "Il contenuto indebitamento" rispetto a un livello "sostenibile e ragionevole" di 3-4 volte l'ebitda permetterà di "avere accesso a risorse addizionali per sostenere l'espansione per linee esterne".