Milano, Una Nuova Mostra Ogni Settimana, da Picasso a D&G

Il 2024 sarà un anno ricco di mostre a Milano, con una varietà di esposizioni che vanno da Picasso a Dolce e Gabbana. Nel 2023, il numero di visitatori è aumentato del 39%, raggiungendo quasi 3,2 milioni. Fra le prime mostre del 2024 ci saranno 'Giuseppe De Nittis artista europeo' a Palazzo Reale e 'Picasso. La metamorfosi della figura' al Mudec. Saranno presenti anche esposizioni su Brassaï, Cézanne, Renoir, Dolce e Gabbana, Mike Bongiorno, Edvard Munch e Ugo Mulas. Il Castello Sforzesco ospiterà una mostra sull'Archivio dello Studio Fotografico "Ballo & Ballo". Nel 2025, ci saranno mostre su Felice Casorati, Art Déco, Napoleone, Chaim Soutine e Leonor Fini.

Da Picasso a D&G, a Milano ci sarà una nuova mostra a settimana
Da Picasso a D&G, a Milano ci sarà una nuova mostra a settimana
Dal 2024, Palazzo Reale e altre sedi museali del Comune di Milano ospiteranno una cinquantina di mostre, che copriranno un'ampia gamma di artisti e temi. Questa programmazione variegata e di alta qualità ha attirato sempre più pubblico, come dimostra l'aumento del 39% dei visitatori nel 2023, che ha raggiunto quasi i 3 milioni e 200mila. La prima mostra ad aprire a Palazzo Reale il 24 febbraio sarà "Giuseppe De Nittis artista europeo", che presenterà 90 opere dell'autore che ha conquistato anche Parigi. Allo stesso tempo, il Mudec inaugurerà "Picasso. La metamorfosi della figura", mentre a settembre sarà la volta di "Picasso lo straniero", realizzata in collaborazione con il Musée Picasso di Parigi. Il rapporto tra Italia e Francia sarà un tema ricorrente nelle esposizioni del 2024. Palazzo Reale ospiterà infatti una mostra dedicata al fotografo Brassaï, noto come "L'occhio di Parigi", e a partire da marzo presenterà "Cézanne e Renoir. Dalle collezioni del musée d'Orsay e dell'Orangerie". Sempre a Palazzo Reale, ad aprile, si terrà la mostra "Dal cuore alle mani. Dolce e Gabbana" (mentre nel 2025 sarà esposta la relazione tra Dalì e la moda). A settembre, verrà organizzato un tributo a Mike Bongiorno nel suo centenario. Ci sarà anche una mostra dedicata al centenario di Enrico Baj, e l'anno di Palazzo Reale si concluderà con una mostra su Edvard Munch, che presenterà opere provenienti dal Munch Museet di Oslo, e una su Ugo Mulas. Il programma del Mudec includerà un focus sul tatuaggio. Per quanto riguarda l'arte contemporanea, Palazzo Reale aprirà le sue sale a maggio per la reinterpretazione performativa di Guernica da parte di Ettore Pignatelli, mentre al Pac saranno protagonisti Adrian Piper e Liliana Moro, in attesa nel 2025 di una personale di Shirin Neshat. Tra le mostre al Castello Sforzesco, sarà possibile visitare l'esposizione dei materiali dell'Archivio dello Studio Fotografico "Ballo & Ballo", acquisito nel 2022. Nel 2025, a Palazzo Reale, saranno protagonisti Felice Casorati, in occasione del suo centenario, e si celebrerà anche il trionfo dell'Art Déco, a cento anni dalla mostra parigina. Altre mostre includeranno Napoleone, Chaim Soutine e Leonor Fini.