Martedì 23 Aprile 2024

Cina, Iran, India e Corea del Nord si congratulano con Putin per la vittoria elettorale

Portavoce Esteri cinese: 'Pechino e Mosca sono partner strategici'. Messaggi anche da parte di Cuba, Bolivia, Venezuela, Tagikistan e Uzbekistan. Lukashenko ha telefonato personalmente all’alleato russo

Roma, 18 marzo 2024 - Dalla Cina all'Iran, il blocco dei Paesi antiOccidentali si è congratulato con Vladimir Putin per la vittoria alle elezioni presidenziali russe, in forte contrasto con la condanna di Usa e Paesi Ue per una consultazione "non libera".

La Cina, tramite il portavoce del ministero degli Esteri Lin Jian, ha commentato positivamente il successo alle urne dell'alleato: "Cina e Russia sono i rispettivi vicini più grandi e sono partner strategici e cooperativi nella nuova era". Congratulazioni anche dal presidente iraniano Ebrahim Raisi in un comunicato su Telegram dell'ambasciata iraniana a Mosca: "Il presidente iraniano ha inviato un messaggio in cui si congratula sinceramente con Vladimir Putin per la sua vittoria decisiva e per la rielezione alla carica di presidente russo".

Invece l'alleato Alexander Lukashenko, presidente della Bielorussia, ha telefonato personalmente oggi a Putin per congratularsi e sottolineando che si è trattato di "una vittoria convincente", come si legge in una nota del servizio stampa presidenziale bielorusso ripreso dalla Tass.

La Cina si congratula con Putin per la vittoria elettorale
La Cina si congratula con Putin per la vittoria elettorale

Anche Cuba, Bolivia e Tagikistan si sono uniti nel plauso al presidente russo per la sua riconferma: "Ciò testimonia il riconoscimento della sua leadership da parte del popolo russo. Continueremo a rafforzare i legami tra Cuba e Russia nei settori legati al benessere dei nostri popoli", è il post su X del presidente dell'isola caraibica Miguel Diaz Canel. A cui ha fatto eco Luis Arce, capo di Stato della Bolivia. Con un telegramma invece si è congratulato Emomali Rakhmon, presidente del Tagikistan: "I risultati delle passate votazioni sono un'altra prova vivida della vostra alta autorità politica e dell'ampio sostegno da parte della società russa al vostro percorso statale volto a garantire uno sviluppo socioeconomico sostenibile del Paese e rafforzamento delle sue posizioni internazionali".

Non hanno aspettato la fine dello scrutinio per congratularsi con lo zar invece il leader nordcoreano Kim Jong Un, il presidente venezuelano Nicolas Maduro e il capo di Stato uzbeko Shavkat Mirziyoyev.

Oggi anche il premier indiano Narendra Modi si è congratulato con Putin su X: "Non vediamo l'ora di lavorare insieme per rafforzare ulteriormente il collaudato partenariato strategico speciale e privilegiato tra India e Russia negli anni a venire".