Kiev, colpita nave russa in Crimea, Mosca conferma

Danneggiata a Feodosia l'unità Novocherkassk con a bordo droni

L'aeronautica militare ucraina ha dichiarato oggi di aver distrutto una nave della flotta russa nel Mar Nero sospettata di trasportare droni iraniani Shahed, utilizzati da Mosca nel conflitto contro Kiev. "La grande nave da sbarco Novocherkassk" è stata "distrutta" dai nostri piloti", ha riferito l'aeronautica ucraina su Telegram. L'esercito di Kiev non ha specificato il luogo dell'attacco, ma il comandante dell'aeronautica militare ucraina Mykola Oleshchuk ha diffuso un video che mostra un'esplosione presso la base navale russa di Feodosia nella Crimea occupata. "Intorno alle 2.30 (l'1.30 ora italiana) del 26 dicembre, l'aviazione tattica dell'Aeronautica militare ha attaccato con missili da crociera la nave da sbarco del Mar Nero Novocherskassk delle Federazione russa nell'area di Feodosia", scrive l'aeronautica ucraina sul suo canale Telegram. In un precedente messaggio è stato detto che l'unità da sbarco russa era stata completamente distrutta e si precisava che trasportava droni kamikaze 'Shahed', con cui le forze russe tempestano regolarmente il territorio ucraino. Feodosia, cittadina portuale nell'est della Crimea, è la maggiore base navale russa della penisola. Il comandante delle forze aeree Mykola Olechtchuk ha postato un video in cui si vede una grande esplosione, seguita da una grande nuvola infuocata, nel porto di Feodosia. Da parte sua Mosca ha confermato il danneggiamento della Novocherskassk, oltre a danni alla locale stazione ferroviaria e ad alcuni edifici residenziali. Le agenzie Tass e Interfax parlano di almeno un morto e due feriti. (ANSA-AFP).