Inchiesta su emissioni ex Ilva, carabinieri in fabbrica

Per acquisizione documenti su richiesta procura

I carabinieri del Nucleo operativo ed ecologico (Noe) di Lecce ieri si sono recati negli uffici e nelle sedi dello stabilimento siderurgico di Taranto per dare seguito a un ordine di acquisizione di documenti relativi alle emissioni, in particolare in zona cokeria e rispetto al benzene, che è stato disposto dai pubblici ministeri Mariano Buccoliero e Francesco Ciardo. L'iniziativa rientra, a quanto si apprende, nell'ambito di una inchiesta che ipotizza i reati di inquinamento ambientale e getto pericoloso di cose.