Giorgia, onorata per la co-conduzione a Sanremo

Giorgia, veterana dell'Ariston, parla della sua esperienza al Festival di Sanremo 2024, dove sarà co-conduttrice insieme a Fiorello, Amadeus e Lorella Cuccarini. Ricorda il suo trionfo nel 1995 e parla dei suoi colleghi, svelando la sua canzone preferita. Si prepara a una nuova emozionante esperienza, anche se teme le scale.

Giorgia, 'una sorpresa la co-conduzione a Sanremo, sono onorata'
Giorgia, 'una sorpresa la co-conduzione a Sanremo, sono onorata'
"Non so cosa aspettarmi dalla co-conduzione di Sanremo - dice Giorgia, che Amadeus ha voluto accanto a sé al festival 2024 nella serata di mercoledì 7 febbraio - è già una sorpresa farla, sono onorata e emozionata". Nel 1995, quando aveva 23 anni, Giorgia trionfò con Come Saprei: "Ero veramente una ragazzina inconsapevole - ammette l'artista, intervistata dal Tg1 - non mi rendevo minimamente conto di cosa stava accadendo: troppe emozioni per essere vissute appieno a quell'età". In quella edizione c'era anche Lorella Cuccarini, che Giorgia ritroverà ora tra le co-conduttrici: "Lorella non è umana, è bionica, fa tutto alla perfezione e con il sorriso, è un modello". Quanto a Fiorello e Amadeus, "Fiore è meraviglioso, è geniale in ogni momento. Amadeus ha una solidità che nel mio caso è una grande rassicurazione". La canzone preferita del festival? "Così, all'improvviso... direi Terra promessa" di Eros Ramazzotti, risponde Giorgia. E il momento più temuto quando si accenderanno i riflettori? "A parte le scale... è fatta: le scale".