Fine di Saman, due misure cautelari" (90 characters)"

Un 52enne pachistano e la moglie 37enne sono stati accusati di maltrattamenti e costrizione al matrimonio della figlia ventenne. Il divieto di comunicare e di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima è stato imposto, con il braccialetto elettronico.

'Se non ti sposi fai la fine di Saman', due misure cautelari

'Se non ti sposi fai la fine di Saman', due misure cautelari

"Se non ti sposi, subirai la stessa sorte di Saman Abbas". Queste sono state le parole che un 52enne pachistano, residente a Novellara, ha detto alla figlia poco più che ventenne, che viveva nella stessa città del Reggiano della famiglia di Saman. Per l'uomo e la moglie 37enne, matrigna della ragazza, i carabinieri hanno disposto un divieto di comunicare e di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, costretta nel 2021 a contrarre un matrimonio a distanza con un cugino, nonostante lei si fosse opposta a sposarlo fisicamente. Per entrambi i coniugi è stato disposto l'utilizzo del braccialetto elettronico. Entrambi i coniugi sono accusati di maltrattamenti, mentre l'uomo è anche accusato di costrizione o induzione al matrimonio.