Ciclone Epifania, poi gelo artico, l'inverno si fa sentire

L'Italia si troverà a fare i conti con un'alta pressione e temperature miti fino all'Epifania. Successivamente un ciclone di freddo artico porterà un drastico calo delle temperature.

In arrivo il ciclone dell'Epifania, poi il gelo artico

In arrivo il ciclone dell'Epifania, poi il gelo artico

L'inizio del nuovo anno è stato caratterizzato da un clima mite su gran parte delle nostre regioni, ma secondo Antonio Sanò, fondatore del sito www.iLMeteo.it, per una decisa svolta verso scenari invernali dovremo attendere l'arrivo di un ciclone di freddo artico dopo l'Epifania. L'alta pressione e i venti più miti di Libeccio porteranno un tempo stabile su molte regioni, con cielo spesso nuvoloso o coperto su Nord e Appennini. Le piogge saranno poche e più probabili tra Liguria di levante e Toscana settentrionale. Il maggior soleggiamento e i venti più miti faranno aumentare le temperature al Centro-Sud fino a 17-21 gradi di giorno. A ridosso dell'Epifania, un vortice ciclonico porterà piogge diffuse al Nord e al Centro, mentre l'anticiclone delle Azzorre, spostatosi fino all'Islanda, favorirà l'afflusso di aria artica verso l'Italia. A partire dall'8 gennaio, quando il vortice ciclonico sarà ancora in azione, le temperature subiranno un drastico calo, scendendo sotto la media del periodo di 7-8 gradi.