WhatsApp: presto si potrà chattare anche con altre applicazioni

Per la prima volta la piattaforma di messaggistica istantanea si apre alla concorrenza. Ma il processo sarà anche inverso.

WhatsApp

WhatsApp

Nel 2023, dopo un lungo periodo di stagnazione, Meta ha finalmente dato il via a una serie di aggiornamenti epocali per la sua app di messaggistica più popolare in Italia, WhatsApp.

Questi cambiamenti includono la possibilità di modificare i messaggi, l'introduzione dei canali e la capacità di utilizzare un singolo account su più dispositivi, ponendo così Meta sulla strada per competere con piattaforme come Telegram. Tuttavia, le prossime novità, sebbene ancora non ufficiali, potrebbero segnare una svolta epocale consentendo agli oltre 2 miliardi di utenti in tutto il mondo di comunicare senza barriere attraverso diverse piattaforme. La parola d'ordine è interoperabilità.

Le richieste dell’Europa

L'Europa ha mosso richieste significative, ponendo Meta di fronte alla necessità di adeguarsi alle normative del Digital Markets Act (Dma) e di aprire la sua piattaforma per consentire l'interscambio di messaggi con altre app come Signal, iMessage e Messenger, rispettando al contempo la privacy e la sicurezza tramite la crittografia end-to-end. Conciliare queste due esigenze non è un compito facile.

Dick Brouwer, direttore tecnico di Meta, ha dichiarato a Wired che garantire privacy e sicurezza mentre si abilita l'interoperabilità è una sfida complessa. Sebbene i piani per l'interoperabilità tra Messenger e WhatsApp siano circolati per un po', è con il sostegno dell'UE che questi progetti stanno prendendo forma concreta. Tuttavia, la decisione finale spetterà sempre all'utente.

L'utente avrà il potere di decidere se partecipare o meno a questo nuovo sistema più aperto, che include una sezione separata per i messaggi provenienti da altre app nella casella di posta principale di WhatsApp. Questo approccio mira anche a proteggere gli utenti da spam e tentativi di truffa. L'implementazione di questa funzionalità richiederà tempo e ulteriori dettagli sono attesi nella primavera successiva, con ulteriori mesi concessi dall'UE per l'adozione completa di questi aggiornamenti che rappresentano anni di sviluppo.

Comunicazione più fluida e accessibile

L'obiettivo alla base di queste innovazioni è quello di rendere la comunicazione online più fluida e accessibile, consentendo agli utenti di connettersi con chiunque, indipendentemente dall'applicazione utilizzata. Questo si tradurrà in un protocollo unificato simile a quello utilizzato per la posta elettronica, con la possibilità di inviare messaggi tra diverse piattaforme senza la necessità di averle entrambe installate.

In definitiva, Meta sta preparando il terreno per una nuova era della comunicazione online, con una maggiore apertura e interoperabilità tra le piattaforme di messaggistica. Mentre il percorso verso questa rivoluzione potrebbe richiedere del tempo, è chiaro che il futuro della comunicazione digitale sarà più integrato e interconnesso che mai.