Venerdì 21 Giugno 2024
RICCARDO GALLI
Sport

Vale sempre: anche sulle auto Podio a Dubai sognando Le Mans

Rossi terzo nella 24 Ore sulla Bmw M4 Gt3: "Il migliore inizio di questa avventura, mi sono divertito da matti"

Migration

di Riccardo Galli

No, non scherza più il Valentino formato quattro ruote. Non scherza e piazza subito la prima sorpresa del 2023 dei motori, conquistando il podio (il suo primo podio in assoluto dopo aver salutato la MotoGp ed aver traslocato all’automobilismo) nella 24 Ore di Dubai. Gara micidiale, su una pista che Rossi ha conosciuto appena qualche giorno fa e sulla quale ha offerto (insieme agli altri quattro piloti-compagni di squadra del team Wrt) uno spettacolo degno di un numero uno della categoria. Valentino è arrivato terzo, sfruttando al massimo la potenza della sua Bmw M4 Gt3, bolide sul quale sembra trovarsi a meraviglia, dopo la non facile esperienza con Audi. "La M4 – sono sue parole – mi diverte. Si guida bene e mi piace portarla al massimo…".

E il terzo posto della 24 Ore di Dubai è la conferma che, anche se non gli piace ammetterlo, potrebbe incorniciare Rossi fra i protagonisti del campionato Gt World Challenge che inizierà a primavera. "Il mio obiettivo a Dubai? – sono ancora parole di Valentino –. Entrare nella top 5, ovvero poter essere lì a ridosso dei migliori". Ma il numero 46 ha battuto subito il proprio pronostico firmando il terzo posto finale e in qualche modo, dopo aver riletto la gara, aver fatto capire che lui, poteva essere anche lassù, al primo posto dove è arrivata proprio la gemella della Bmw M4 del team Wrt. L’equipaggio di Rossi in effetti ha pagato caro i problemini accusati e risolti nelle prime ore della competizione, quando è dovuto rientrare ai box perdendo così un paio di giri nei confronti della testa della gara. Poi la rimonta, micidiale, roba che a Rossi veniva alla grande nei suoi Mondiali in MotoGp, fino a raggiungere la seconda posizione (durante la notte della 24 Ore), poi andata alla Porsche. "Mi sono divertito da matti – racconta con il sorriso Valentino –. Ho spinto tanto, non è stata una gara facile, ma alla fine siamo andati a podio e, lo ripeto, mi sono divertito. L’inizio della mia avventura con la Bmw non poteva iniziare meglio. Avevamo buone prospettive, poi con lo scorrere delle ore abbiamo capito che il podio potevamo portarlo a casa e così è stato".

Con Vale, al box anche la compagna Francesca Sofia Novello e la piccolissima Giulia. Prossimo appuntamento la 12 Ore di Bathrust in Australia. Continuano, insomma, le prove tecniche del sogno di Le Mans 2024.