Venerdì 21 Giugno 2024

Trevisan lancia l’Italia in United Cup Sinner, ko che allarma ad Adelaide

Martina batte Sakkari, Musetti stende Sakellaridis: azzurri a un passo dalla finale. Jannik s’infortuna all’anca

Migration

Anno nuovo, vita purtroppo vecchia per Sinner, fermato ai quarti ad Adelaideda Sebastian Korda, numero 33 del mondo. Più del 7-5 6-1 finale, infatti, in vista di Melbourne preoccupa l’infortunio all’anca sinistra per cui ha chiesto l’intervento del fisioterapista alla fine del primo set. Nel secondo set l’altoatesino resta in campo praticamente solo per onor di firma. Resta qualche rimpianto, infortunio a parte, per i tre set point non sfruttati sul 5-4 nel primo set.

Arrivano invece da Sydney i sorrisi azzurri. L’Italia è avanti 2-0 sulla Grecia dopo il primo giorno della semifinale della United Cup, il nuovo evento a squadre miste che mette in palio fino a 500 punti per i ranking ATP e WTA e un montepremi complessivo di 15 milioni di dollari. Nel primo singolare, una splendida Martina Trevisan, n.27 WTA, ha sconfitto 6-3 6-7 7-5, in tre ore e 14 minuti, la greca Maria Sakkari, n.6 WTA. "È stata una battaglia incredibile sono davvero felice – ha detto l’azzurra, raggiante –. Dalla panchina Matteo Berrettini e Vincenzo Santopadre mi hanno trasmesso tanta energia ma mi hanno anche mantenuto calma. La vita è proprio bella!".

Parole confermate dal balletto con il quale la tennista fiorentina ha festeggiato la vittoria, ottenuta al secondo match point. Poi Lorenzo Musetti, n.23 ATP, ha liquidato 6-1 6-1, in un’ora e due minuti, Stefanos Sakellaridis, n.803 del ranking. Oggi alle 7 della mattina italiana, ad aprire gli altri tre incontri la sfida Berrettini-Ttsitsipas. "Penso sarà un a battaglia epica, sarà uno dei match più importanti di questa United Cup – le parole di Musetti –. Supporterò Matteo su ogni punto anche se sono amico di Stefanos".

Il caso Giorgi. La procura federale della Federtennis è in attesa degli atti della procura della Repubblica di Vicenza, sul caso dei falsi green pass Covid che riguarda tra gli altri la tennista Camila Giorgi. La procura Fit ne ha infatti fatto richiesta ai pm a seguito delle notizie stampa, secondo le quali la dottoressa incaricata di somministrare il vaccino alla Giorgi avrebbe raccontato di aver in realtà fatto finta di vaccinare la tennista e tutta la sua famiglia. Giorgi, come altri tennisti, ha partecipato durante la pandemia a diversi tornei per i quali era richiesta la vaccinazione anti-Covid.

Tornando ad Adelaide, Novak Djokovic ha ringraziato a suo modo i tifosi per l’accoglienza calorosa dopo l’espulsione dello scorso anno. Il serbo ha sconfitto per l’ottava volta in altrettante partite il canadese Denis Shapovalov (6-3 6-4) e ha firmato la ventunesima vittoria nelle ultime 22 partite giocate. Al Memorial Drive Djokovic in semifinale sfiderà oggi alle 11 italoane Daniil Medvedev.

"Penso sarà un’altra serata lunga" ha detto Djokovic. "Dani è uno dei migliori giocatori del mondo negli ultimi cinque anni, è campione Slam, è stato numero 1 del mondo. Spero che daremo vita a un’altra grande battaglia".