Giovedì 30 Maggio 2024

Piacenza fa un brindisi speciale in Coppa Italia Trento si arrende sotto gli occhi di Mattarella

Migration

EQUITAZIONE

di Paolo Manili

Marc Dilassier (Arioto de Gevres) ha vinto a Goteborg l’ultima tappa del girone Europa Ovest della Longines Fei World Cup davanti all’elvetico Schwizer (Vancouver de Lanlore) e al danese Andersen (Etyhene). Dei tre sul podio solo Schwizer è tra i 18 qualificati che disputeranno la finalissima. Ha vinto la classifica generale von Eckermann (102 punti), davanti a Epaillard (92) e Deusser (81). Tra i 18 finalisti non c’è nessun italiano, il primo dei nostri è Gaudiano (23°).

L’altro evento-clou, il campionato mondiale di endurance negli Emirati Arabi, ha visto l’Italia chiudere al 4° posto su sole 5 squadra al traguardo (di 23 al via). Oro al Bahrein davanti a Francia e Portogallo. Degli azzurri la Coppini (Ernst), la Milani (FB Karonmte) e la Tavassoli Asli (Carma du Barthas) si sono piazzate al 20°, 21° e 43° posto. Ritirate Laliscia (Artim du Barthas) e Massobrio (Rashida del Ma). L’oro è andato allo sceicco Al Khalifa del Bahrein su Darco La Majorie (160 km. in 7 h , 36’ e 39’’, media di 21,023 km. Argento ad Al Khatibi su Haleh (EAU), bronzo a Punti Dachs su Echo Falls). Stasera intanto a Roma gli sport equestri festeggiano i campioni: è in programma infatti la serata dei Fise Awards con le premiazioni e gli Oscar dell’anno. Tra i premiati anche i vinciori del contest Young Writer organizzato da Cavallo Magazine con il patrocinio della Fise.