Cortina, 9 febbraio 2021 - Non c'è pace per i Mondiali di Cortina 2021. Difficile immaginare un inizio più travagliato: oggi è stato cancellato anche il Super G femminile, dopo che si era deciso di rinviare quello maschile. Di ieri lo slittamento della gara femminile di Combinata. Piani scombussolati e programma che, a breve, sarà di nuovo rivoluzionato. Anche oggi si è tentato l'impossibile per scendere in pista, con la nebbia che alla fine non ha lasciato scampo. Prima il rinvio alle 14, con l'abbassamento della partenza al Duca d'Aosta. Si impoveriva tecnicamente il tracciato, cercando comunque di far disputare la gara. Nuovo orario per il via le 14, ma le condizioni meteo hanno imposto un nuovo slittamento. Ulteriore rinvio di alcuni minuti, alle 14:10 ennesimo punto e quindi la decisione finale alle 14:30: le condizioni non ci sono, niente Super G. Nella notte attesi 25-30 centimetri di neve, spostata anche la combinata maschile di domani (qui le previsioni meteo (in Italia e a Cortina per i prossimi giorni).  In base al nuovo calendario, il super G femminile verrà recuperato giovedì 11 febbraio (domani non si gareggia) alle ore 10.45.

Mondiali Cortina 2021 in tv: rinviato il SuperG maschile

Vai allo speciale Cortina 2021

Le favorite

I favori del pronostico non cambiano e sono tutti per la svizzera Lara Gut-Behrami: la ticinese ha vinto le ultime quattro gare di Coppa del Mondo in questa specialità e si presenta come assoluta favorita in una pista come l'Olympia delle Tofane con cui ha un ottimo feeling al punto da poter puntare anche alla doppietta con la discesa di sabato prossimo. Difficile anche stabilire chi sarà la sua principale avversaria: sulla carta sarebbe stata Sofia Goggia, altra ragazza con un forte feeling con il tracciato, ma vista la sua assenza per infortunio occorrerà pensare a valide alternative. La norvegese Lie è stata la rivelazione della stagione in questa disciplina e potrebbe essere una carta da podio, così come Ledecka che in stagione è l'unica ad aver vinto in SuperG oltre a Gut. In corsa per una medaglia anche Corinne Suter e Tamara Tippler, la più convincente in questa specialità tra le austriache. Tra le italiane Brignone e Bassino possono giocarsi la medaglia ma avranno più chance nel gigante della prossima settimana.

 

Le italiane in gara

Il quartetto azzurro sarà formato oltre che dalle citate Brignone e Bassino anche da Elena Curtoni e Francesca Marsaglia. Anche le altre due azzurre partono con buone possibilità: Curtoni può legittimamente sognare un grande piazzamento vista la sua ottima condizione e Marsaglia potrebbe essere l'outsider di giornata vista la sfortuna che per pochi centesimi l'ha buttata fuori dal podio a Crans Montana. 

Leggi anche - Le convocate dell'Italia