Emanuele Gaudiano impegnato nel Global Champions Tour con De Luca a Doha
Emanuele Gaudiano impegnato nel Global Champions Tour con De Luca a Doha
di Paolo Manili Inizia in salita e sotto stretto controllo a Doha, in Qatar, il Longines Global Champions Tour 2021 cui partecipano gli azzurri De Luca e Gaudiano. Uno dei cavalli presenti, appartenente a un team tedesco proveniente da Valencia, dove è scoppiata la rinopolmonite equina, è in isolamento perché positivo, così come due cavalli di un team...

di Paolo Manili

Inizia in salita e sotto stretto controllo a Doha, in Qatar, il Longines Global Champions Tour 2021 cui partecipano gli azzurri De Luca e Gaudiano. Uno dei cavalli presenti, appartenente a un team tedesco proveniente da Valencia, dove è scoppiata la rinopolmonite equina, è in isolamento perché positivo, così come due cavalli di un team colombiano, partiti dalla Spagna prima che fosse accertata l’insorgenza dell’epidemia. Intanto la conta dei cavalli morti a Valencia è salita da 4 a 6 e dopo 4 casi di contagio in Svezia anche gli Usa hanno individuato il primo quadrupede colpito da EHV-1, che però non è mai stato a Valencia. In questo scenario il Global Tour prosegue con tutti i cavalli sottoposti a test rigorosi e una strettissima sinergia organizzatori-Fei. L’evento ha adottato particolari protocolli relativi ai controlli e agli allenamenti. "Grazie a questi provvedimenti - ha dichiarato il direttore veterinario della Fei, lo svedese Goran Akerstrom - per i cavalli che gareggiano qui il rischio di infezione è quasi nullo, anche se il rischio zero non esiste. Se le circostanze lo richiedessero siamo pronti a cancellare il concorso". Anche il Riders Club, l’associazione dei cavalieri, sta interagendo con organizzatori e Fei. Quest’ultima consente la prosecuzione degli eventi internazionali che erano già in corso quando è scoppiata l’infezione, come Doha appunto, in modo da evitare il rientro che favorirebbe l’eventuale diffusione del virus. In Italia il meeting di Cattolica è stato tuttavia annullato mentre quello di Gorla prosegue, anche se con formula ridotta alle sole gare "due stelle" e "monostella". Proseguono in Portogallo il Csi di Vlamoura (c’è il campione italiano Bucci) e di Vejer in Spagna (Cristofoletti, Moneta Pisani, e altri).