Lunedì 22 Luglio 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Wout Van Aert pensa al Giro di Lombardia 2023

Il belga senza freni dopo l'exploit nel ciclocross, tasto dolente per Mathieu Van Der Poel: "La sosta capita nel momento giusto"

Wout Van Aert (Ansa)

Wout Van Aert (Ansa)

Roma, 11 gennaio 2023 - La pausa della stagione di ciclocross sembra arrivata al momento giusto per tutti i protagonisti più attesi: da Wout Van Aert, che torna a pensare anche al suo futuro su strada, a Mathieu Van Der Poel, che si lecca le ferite e non solo in senso metaforico.

I dettagli

Il belga, dominatore assoluto delle ultime tappe, sta scoprendo forse delle potenzialità ignote anche se stesso. Potenzialità che lo stanno portando, come dichiarato ai microfoni di Wielerrevue, ad aggiungere un altro obiettivo per impreziosire il suo palmares già eccellente. "Il Giro di Lombardia potrebbe essere una seria possibilità per me quest'anno, ma so che se voglio fare bene in una corsa così dura avrò bisogno di una preparazione specifica con un ritiro in altura. So anche però - conclude Van Aert - che è difficile avere tanti picchi di forma durante la stagione: i primi, se tutto andrà bene, spero di raggiungerli durante e dopo il Mondiale". Di ben altro tenore l'umore di Van Der Poel. "La sosta capita nel momento giusto: tutti abbiamo visto che non sto correndo al livello che vorrei e questo a prescindere dall'ottima condizione di Van Aert. L'alta intensità e la potenza richieste dopo ogni curva mi stanno provocando molto dolore alla schiena: in questo modo non riesco né a rendere come vorrei - conclude l'olandese - né a divertirmi".

Leggi anche - Sci, problemi a Garmisch: cancellate discesa libera e gigante