Annemiek van Vleuten seconda, Anna van der Breggen prima e Elisa Longo Borghini terza
Annemiek van Vleuten seconda, Anna van der Breggen prima e Elisa Longo Borghini terza

Imola, 26 settembre 2020 - Un anno fa, nello Yorkshire, fu un'azione partita a 90 km dal traguardo di Annemiek Van Vleuten a consegnare il titolo iridato all'Olanda: nel Mondiale di Imola tocca invece ad Anna Van Der Breggen fare il vuoto a 43 km dal termine e l'esito è il medesimo. Per la vincitrice del Giro Rosa arriva così la doppietta dopo il successo ottenuto due giorni fa nella prova a cronometro, mentre la campionessa uscente Van Vleuten, oggi più che altro nelle vesti di gregaria di lusso dopo la frattura al polso sinistro occorsa poco più di una settimana fa, si consola con il secondo posto in volata davanti a Elisa Longo Borghini, che rimpingua così il medagliere azzurro dopo l'oro di ieri di Filippo Ganna.

I primi km sono all'insegna del nervosismo e delle cadute: in una resta coinvolta anche Anna Van Der Breggen, scortata nel rientro in gruppo da Ellen Van Dijk e Chantal Blaak. L'inseguimento della fresca vincitrice del Giro Rosa è vincente, così gli attacchi di Valerie Demey e Alison Jackson sul secondo passaggio sul Mazzolano. La belga viene ripresa mentre la canadese è raggiunta da Katia Ragusa, Grace Brown, Alice Barnes, Hannah Barnes, Juliette Labous, Susanne Andersen, Christine Majerus, Amy Pieters, Lisa Brennauer, Tayler Wiles e Mavi Garcia, con Eugenia Bujak a metà strada. All'inizio del penultimo giro la Van Der Breggen accelera e screma il gruppo delle migliori, che annovera ancora Elisa Longo Borghini. La seconda rasoiata della corazzata olandese è inferta da Marianne Vos, che annulla di fatto la fuga: tocca poi a Annemiek Van Vleuten, ma l'attacco migliore è portato dalla Van Der Breggen, che fa il vuoto. Sul tratto pianeggiante l'Italia si incarica dell'inseguimento con la Ragusa e Marta Cavalli: le due lanciano l'attacco in salita della Longo Borghini a 12 km dal traguardo. La Van Vleuten raggiunge l'azzurra e le due arrivano a giocarsi i restanti gradini del podio: proprio come successo all'Europeo, la spunta ancora l'olandese, con la Longo Borghini che deve accontentarsi del bronzo.

Ordine d'arrivo donne elite Mondiale 2020

1) Anna Van Der Breggen (NED) in 4h09'57''
2) Annemiek Van Vleuten (NED) +1'20''
3) Elisa Longo Borghini (ITA) +1'20''
4) Marianne Vos (NED) +2'01''
5) Liane Lippert (GER) +2'01''
6) Elizabeth Deignan (GBR) +2'01''
7) Katarzyna Niewiadoma (POL) +2'01''
8) Cecilie Uttrup Ludwig (DEN) +2'41''
9) Lisa Brennauer (GER) +3'08''
10) Marlen Reusser (SUI) +3'08''