Philippe Gilbert va a caccia della sua prima Sanremo
Philippe Gilbert va a caccia della sua prima Sanremo

Milano, 7 agosto 2020 – Sarà una Sanremo diversa dal solito, non solo per il pubblico (vietati gli assembramenti attorno alle transenne), ma soprattutto per il percorso. Tredici comuni del Savonese hanno detto no al passaggio della Classicissima e gli organizzatori hanno dovuto escogitare un percorso totalmente nuovo, riuscendo però a salvare il finale. Niente Turchino dunque, si attraverseranno le province di Milano, Pavia, Alessandria, Asti, Cuneo e Imperia e si entrerà in Liguria dal Colle di Nava.

Corsa lunga, 299 chilometri, primi 132 pianeggianti da Milano a Rocchetta Belbo dove inizia la salita di Niella Belbo che si conclude a 138 dal traguardo, breve tratto di discesa poi strada leggermente in salita verso il Colle di Nava, ma la parte più dura sono gli ultimi 3 chilometri. Scollinamento a 70 dal traguardo e si entra nella provincia di Imperia, con un finale che non avrà Capo Mele e Capo Berta e si arriverà direttamente alla Cipressa. Sono 5.6 chilometri ad una media del 4.1% e massime del 9%. In cima mancheranno 22 chilometri, breve discesa e poi approccio al Poggio che inizia a 10 dal traguardo: 3.7 chilometri al 3.7% e massime dell’8%. Salita per scattisti, poi la discesa tecnica verso Sanremo fa il resto fino a 2 dal traguardo dove si imbocca Corso Cavallotti, poi Corso Raimondo e arrivo in via Roma.

Orari e in tv

Si corre sabato 8 agosto con partenza alle 11 da Milano. La parte saliente di corsa sarà dalle 16 in avanti, con il Colle di Nava attorno alle 16.30, Cipressa circa un’ora più tardi. Poggio verso dalle 18 e arrivo a Sanremo attorno alle 18.20. Live su Eurosport, canale 210 di Sky, a partire dalle 15.50, disponibile anche su Eurosport Player. Diretta in chiaro su Rai Due a partire dalle 15.30, visibile in streaming sul sito Raiplay.

I favoriti

Come sempre la Sanremo è una corsa particolare perché il finale si presta a due possibili strategie: o un attacco sul Poggio, come Nibali due stagioni fa, o una volatona finale. Nel primo caso i favoriti potrebbero essere proprio Nibali, Van der Poel, Gilbert, Van Avermaet, Bettiol, Teuns, Valverde, Kwiatkowski e Van Aert. In caso di arrivo in volata i pretendenti sono tanti, ci sono Alaphilippe, che potrebbe anche scattare sul Poggio, Sagan, Viviani, Demare, Kristoff e Gaviria.