Chris Froome
Chris Froome

Bologna, 14 maggio 2020 – Clamorosa indiscrezione lanciata dal sito specializzato Cyclingnews: Chris Froome potrebbe lasciare il Team Ineos prima della fine della stagione. Sarebbe una svolta epocale per il britannico vincitore di quattro Tour de France e a caccia del quinto, ma proprio questo potrebbe essere il motivo della separazione. Al prossimo Tour la leadership di Froome, di rientro da un grave infortunio, sarà messa in discussione dalla presenza di Geraint Thomas, vincitore 2018, ed Egan Bernal, vincitore 2019. Quest’ultimo ha dichiarato di voler vincere il secondo di fila, negandosi di fatto al ruolo di possibile gregario.

Il contratto di Chris Froome è in scadenza nel 2020, attualmente non c’è stato il rinnovo, e questa situazione gerarchica potrebbe portare il keniano bianco a cambiare squadra prima della Grand Boucle, in modo tale da avere carta bianca come capitano. Già due squadre si sono mosse per prenderlo nel 2021, i nomi sono ancora ignoti, tuttavia la mancanza della certezza dei gradi di capitano potrebbe portare Froome ad anticipare la decisione, sfruttando anche il fatto che la corsa francese quest’anno è stata spostata di due mesi. Froome si sente competitivo per vincere il Tour e recentemente ha affermato di voler correre ancora 4-5 anni, ma con Bernal e Thomas rischierebbe di doversi sacrificare e fare il gregario. Situazione stretta e i regolamenti consentono un cambio di casacca anche a stagione in corso. Lo stesso sito Cyclingnews ha contattato Froome per saperne di più, ma il britannico non si è sbilanciato: “Sono estremamente fiducioso dopo il mio recupero – ha affermato – Resto convinto di poter tornare a vincere al Tour e non ho intenzione di ritirarmi presto. Penso addirittura che l’incidente mi abbia dato nuovi stimoli e ho lavorato ancora più duramente per tornare ai miei livelli. Mercato? Non so ancora quale sarà la mia squadra dopo il 2020”. Sempre ammesso che non la cambi prima e tornare ad essere un capitano assoluto…