Sopravvivere a pranzi e cenoni
Sopravvivere a pranzi e cenoni

DURANTE LE FESTE mangiare diventa un imperativo, limitarsi è quasi inevitabile: come resistere davanti a una carrellata di pietanze invitanti e profumate? Le strategie per limitare sovrappeso e indigestioni sono note, ma si dimenticano: occorre reintrodurre prodotti dietetici appena possibile, muoversi per smaltire i chili di troppo, ascoltare gli inviti alla moderazione. Pandoro e panettone, zampone e lenticchie, sono solo alcune tra le tante delizie, ma attenti alle porzioni, basta un attimo e perdiamo il senso della misura. Ecco allora qualche idea per scongiurare gli eccessi.

Alzarsi da tavola. Occorre approfittare di qualunque scusa per alzarsi da tavola, dal divano, e imparare a dire no ai momenti golosi. Pesarsi spesso sulla bilancia, misurare la circonferenza addominale, e segnare i dati sul diario serve a prendere coscienza delle dimensioni corporee. Per concedersi qualche strappo alla regola, sul portale ricettedellanonna.net si citano i top five, cinque sostanze che aiutano a rimettere in moto il metabolismo, permettendoci di bruciare grassi. Dunque il consiglio è di introdurre nella dieta (tra un banchetto e l’altro) aglio, alghe, cannella, peperoncino e zenzero. Contribuiscono a smaltire le calorie, a patto di abbinarli a lunghe camminate almeno 2-3 volte alla settimana. Dopo il veglione di Capodanno, al massimo per l’Epifania, è bene tornare a un regime più spartano, tipo dieta mediterranea, fatto di frutta e verdura fresca di stagione, cereali integrali, legumi, fibre, acqua fresca, poco alcol, rinunciando ai piatti elaborati.

Psicologia hi tech. Pranzi in famiglia, gioie e dolori. Oltre la metà degli italiani (52%, secondo DocPlanner) ama l’idea di riunirsi attorno a una tavola imbandita con i parenti, ma poi non vede l’ora di scappare. Ritrovarsi è un momento di gioia. Scartare i regali sotto l’albero è uno dei rituali intoccabili, ma c’è poi chi mangia a testa bassa, manda messaggi e parla con gli occhi rivolti al telefonino. Le distrazioni durante il pranzo si pagano. In questa occasione il 34% degli italiani dichiara di rinunciare volontariamente al cellulare (sondaggio Groupon) e un altro 30% lo considera vietato. Tra quelli che si ostinano a maneggiare lo smartphone, il 20% confessa di essere rimproverato apertamente dagli altri commensali. Spegnere e mettere via il telefono aiuta a limitare le abbuffate compulsive mentre si naviga con la testa tra le nuvole.

PER BRUCIARE I GRASSI Utilizzare aglio, cannella, peperoncino, aglio e zenzero. E una bella camminata aiuta la digestione e smaltisce le calorie

Pesce. Un trucco per saziarsi mantenendosi leggeri consiste nel consumare pesce, meglio se pesce fresco cotto alla griglia con un filo d’olio e limone (niente fritti, e andiamoci piano con molluschi e crostacei). Il classico pesce con la spina e le lische comporta indubbi benefici per il cervello e in generale per tutto l’organismo grazie all’apporto equilibrato di proteine, vitamine, minerali e acidi grassi essenziali Omega3, toccasana per la memoria. Tra le varietà di eccellenza si possono citare l’orata, il branzino, il salmone, l’ombrina, e il pesce azzurro dei nostri mari.