Commesse Anas, il figlio di Verdini agli arresti domiciliari. Indagato anche il padre Denis

Nell’ambito di un’indagine di corruzione. A luglio Verdini junior era stato oggetto di perquisizioni

Tommaso Verdini con il padre Denis (Fotogramma)

Tommaso Verdini con il padre Denis (Fotogramma)

Roma, 28 dicembre 2023 - Il figlio dell'ex senatore Denis Verdini, Tommaso, è stato posto agli arresti domiciliari nell'ambito di un’indagine della Procura di Roma su commesse Anas in cui si ipotizza anche il reato di corruzione. La stessa misura cautelare è stata disposta nei confronti di altre quattro persone. Dalle carte spunta anche il nome di Denis Verdini, che risulta indagato.

Il gip della Capitale ha inoltre disposto due misure interdittive della durata di 12 mesi. 

Il nome di Verdini junior, classe 1990 e capo della società di lobbying Inver, era finito nel registro degli indagati nel luglio del 2022. In seguito era stato oggetto di perquisizioni da parte della Guardia di Finanza per ricostruire il sistema di consulenze e appalti pubblici banditi dalla società di Stato che gestisce le arterie stradali del Paese. Secondo quanto si apprende, i vertici dell’Anas sono del tutto estranei alle indagini. Nell'inchiesta della procura di Roma si ipotizzano, a vario titolo, i reati di corruzione, traffico di influenze illecite e turbativa d'asta. L'inchiesta aveva preso piede dopo una denuncia presentata ai magistrati di piazzale Clodio da un ex dirigente dell'Anas negli ultimi mesi del 2021.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui