Martedì 28 Maggio 2024

Roma, spaccio di droga: sequestrati 14 chili di hashish, due arresti

Nel corso dell'operazione gli agenti hanno trovato documenti e banconote false, doppio fondo nel bagagliaio dell'auto e tutto l'occorrente per l'attività illecita. Le richieste dei clienti sullo smartphone

Hashish e banconote false sequestrate dagli agenti della Polizia di Stato di Primavalle

Hashish e banconote false sequestrate dagli agenti della Polizia di Stato di Primavalle

Roma, 5 febbraio 2023 - Controlli anti spaccio nella capitale. Due due pusher sono stati arrestati dagli agenti della Polizia di Stato del XV Distretto Primavalle, in due diverse operazioni. Si tratta di due giovani gravemente indiziati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il primo, un 25enne italiano, è stato intercettato mentre, con fare sospetto, si aggirava nei pressi di un'autovettura all'interno della stazione di servizio Arrone Est sulla Roma Fiumicino. Sottoposto a controllo dai poliziotti, il giovane ha fornito le proprie generalità esibendo una carta di identità corrispondente al nominativo fornito.

Due cose importanti però non sono sfuggite ai poliziotti: primo quel tatuaggio presente sul documento ma non sul giovane appena fermato che, in effetti, come poi accertato, stava utilizzando il documento appartenente al fratello. Non è sfuggito poi quel forte odore di stupefacenti provenire dall'autovettura. Poco dopo i poliziotti hanno scoperto un doppio fondo all'interno del bagagliaio dell'auto che, forzandolo, è stato rimosso e all'interno è stato rinvenuto 1,5 kg di hashish. L'auto è risultata modificata con l'inserimento del predetto doppio fondo al quale era possibile accedere mediante l'attivazione di due serrature elettroniche, il cui funzionamento era descritto in un video presente all'interno del cellulare del giovane. A seguito di convalida dell'arresto, nei confronti del 25enne è stata disposta la misura cautelare dell'obbligo quotidiano di presentazione alla Polizia Giudiziaria. 

Arrestato anche un 28enne italiano. Il giovane è stato individuato dagli investigatori durante un'attività mirata alla prevenzione dei reati inerenti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Gli stessi hanno potuto riscontrare una compravendita di sostanze stupefacenti attraverso richieste effettuate con lo smartphone, tramite un'app di messaggistica istantanea, con la quale l'arrestato riforniva i clienti. Il ragazzo, inizialmente controllato in strada e trovato in possesso di 5 grammi di hashish, aveva nascosto più di 12 kg della stessa sostanza all'interno di un appartamento in zona Tuscolano.  Nell'abitazione, inoltre, è stato trovato tutto l'occorrente per l'attività illecita e delle banconote contraffatte per un valore complessivo di 2.500 euro. Dopo la convalida per il 28enne è stata disposta la custodia cautelare in carcere.