Sabato 22 Giugno 2024

Sciopero mercoledì 8 marzo a Roma: trasporti a rischio per 24 ore

Lo sciopero nazionale coinvolgerà per 24 ore soprattutto il settore dei trasporti. Si fermano autobus, tram, metro. La mobiltazione partirà dalla sera di martedì 7, assicurate le fasce di garanzia

Sciopero mezzi Roma

Sciopero mezzi Roma

Roma, 6 marzo 2023 - Trasporto pubblico a rischio nella Capitale mercoledì 8 marzo per lo sciopero nazionale di 24 ore indetto dalla confederazione Slai Cobas a cui aderisce il sindacato Cub trasporti.  A Roma l'agitazione interesserà la rete Atac, i bus periferici gestiti dalla Roma Tpl e Cotral: mercoledì 8 marzo saranno a rischio per 24 ore bus, filobus, tram, metropolitane di Atac e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo con eccezione delle fasce di garanzia.

Scuola, 24 marzo scioperano cuoche e addetti alle mense scolastiche di Roma

Sciopero in Atac e Roma Tpl

La protesta coinvolgerà i dipendenti di Atac e Roma Tpl. Per cui, nel rispetto delle fasce di garanzia previste per legge, i trasporti saranno assicurati da inizio servizio alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20. Possibili stop o interruzioni di corse per bus (anche periferici), tram, metropolitane e per la ferrovia Termini-Centocelle potranno invece verificarsi dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Le ferrovie Metromare e Roma Nord, gestite dalla società regionale Cotral, viaggeranno regolarmente.

Lo sciopero interesserà anche i collegamenti eseguiti per conto di Atac. Nella notte tra domani e mercoledì non sarà garantito il servizio delle linee bus notturne (linee la cui denominazione inizia per “n”) mentre verrà garantito il servizio delle linee diurne che hanno corse programmate oltre la mezzanotte e quello delle corse notturne delle linee Atac 38, 44, 61, 86, 170, 246, 301, 451, 664, 881, 916, 980 e delle linee Roma Tpl 314, 404, 444. 

Viceversa, nella notte tra mercoledì e giovedì, sarà garantito il servizio delle linee bus  “n” mentre non sarà assicurato quello delle linee diurne che hanno corse programmate oltre la mezzanotte e le corse notturne delle linee Atac 38, 44, 61, 86, 170, 246, 301, 451, 664, 881, 916, 980 e delle linee Roma Tpl 314, 404, 444. Capitolo accessibilità alla rete, durante le sciopero, nelle stazioni della metropolitana che resteranno, eventualmente aperte, non sarà garantito il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. A rischio anche il servizio delle biglietterie (sempre attive quelle on line) mentre i parcheggi di interscambio restano aperti. 

Sciopero in Cotral 

Saranno garantite tutte le corse dei bus Cotral fino alle 8:30 e quelle alla ripresa del servizio alle 17 e fino alle 20. Il personale delle linee ferroviarie Metromare e Roma Viterbo garantirà il servizio fino alle 08.30 e dalle 17 alle 20.

FS Italiane

Sul territorio nazionale circoleranno regolarmente le Frecce e gli Intercity di Trenitalia in occasione dello sciopero del personale del Gruppo FS Italiane proclamato da alcune sigle sindacali autonome, in adesione a uno  sciopero generale, dalle ore 21.00 di martedì 7 alle 21.00 di mercoledì  8  marzo. Così in una nota FS Italiane. Trenitalia si impegna ad assicurare la quasi totalità dei collegamenti, con possibili leggere modifiche al programma dei treni regionali. Garantiti i servizi essenziali previsti in caso di  sciopero nei giorni feriali dalle 6.00 alle 9.00 e dalle ore 18.00 alle 21.00. 

Le motivazioni dello sciopero

Nell'annunciare lo stop Slai Cobas e Cub Trasporti hanno spiegato che lo sciopero è stato proclamato per “la sicurezza dei lavoratori, il rinnovo della moratoria dei licenziamenti, la salvaguardia dei diritti nel lavoro agile, welfare pubblico, per la pensione a 60 anni, il diritto al lavoro, salari e carriere senza discriminazioni, contro le politiche di austerity, contro le modifiche al reddito di cittadinanza, contro la precarietà”.