Venerdì 24 Maggio 2024

Arrestato il “pendolare” delle truffe agli anziani: è un 28enne di Napoli che viaggiava in tutta Italia. L’ultimo colpo a Rovigo

Le sue vittime erano donne anziane: dopo un raggiro commesso a Roma ai danni di una signora con Alzheimer è stato identificato dalla polizia

Truffa agli anziani, l'intervento della polizia (foto d'archivio)

Truffa agli anziani, l'intervento della polizia (foto d'archivio)

Roma, 21 aprile 2024 – Arrestato a Roma, su un treno proveniente dal Veneto e diretto in Campania, il “pendolare” delle truffe agli anziani, un 28enne di Napoli ritenuto responsabile di numerosi raggiri con vittime donne anziane commessi in tutta Italia. L’ultimo colpo l’avrebbe commesso in questi giorni in provincia di Rovigo. Dopo una lunga indagine avviata a gennaio a seguito di una truffa commessa a Roma, gli investigatori del commissariato Porta Pia sono arrivati ora ad eseguire un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip su richiesta della procura, nei confronti del 28enne italiano residente nel centro storico di Napoli accusato di estorsioni pluriaggravate.

La truffa a Roma di gennaio

Il 10 gennaio il giovane, in concorso con altri complici al momento ignoti, ha commesso una truffa ai danni di un'anziana affetta da Alzheimer e residente a Roma. Fingendosi appartenenti all'Arma dei carabinieri e avvocati, hanno convinto l'anziana del fatto che sua figlia avesse avuto un incidente stradale con feriti e che, per evitarle il carcere, sarebbe stato necessario versare una cospicua somma di denaro contante e dei gioielli come cauzione. Il 28enne si sarebbe fatto consegnare dalla donna denaro contante per 2.800 euro, nonché gioielli preziosi ed orologi, per un valore complessivo superiore ai 50.000 euro. I poliziotti, grazie alla denuncia presentata al commissariato Porta Pia dall'anziana e alla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza interno all'abitazione, hanno identificato il presunto autore.

L’indagine e l’arresto

Durante gli accertamenti gli agenti hanno dimostrato che l'uomo, in concorso con altri complici, nel mese di febbraio, aveva commesso altre truffe simili al Nord. Ora il 28enne napoletano è stato fermato da personale del Compartimento Polfer Lazio all'interno di un treno proveniente dal Veneto e diretto in Campania con al seguito, ben nascosto, il bottino di una truffa ai danni di un'anziana residente in provincia di Rovigo. Il 28enne è stato portato nel carcere di Poggioreale a Napoli a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui