Venerdì 21 Giugno 2024

Ladispoli: torna a casa e trova la sorella carbonizzata in camera da letto

Sul corpo della vittima nessuna ferita. Disposata l'autopsia, indagini in corso per fare luce sull'accaduto nessuna pista esclusa dal gesto estremo all'incidente domestico

Vigili del Fuoco (immagini di repertorio)

Vigili del Fuoco (immagini di repertorio)

Ladispoli (Roma), 8 gennaio 2023 - Rientrata in casa, preoccupata per il fumo, si è precipitata nella camera dove dormiva la sorella trovandola carbonizzata sul letto. E' successo in via Fiume, a  Ladispoli. La chiamata ai vigili del fuoco prima e ai carabinieri poi intorno alle 2,30.  

La 65enne, inquilina nell'appartamento insieme alla vittima 58enne, ha raccontato di aver trovato il corpo della sorella ormai privo di vita nella camera completamente chiusa e con le fiamme ormai spente a causa della mancanza di ossigeno.

Il medico legale sul posto non avrebbe riscontrato segni di violenza sul corpo della vittima, come mancano in casa segni di effrazione. La salma è stata portata all'ospedale di Verano per l'esame autoptico.

Indagini in corso per fare luce sull'accaduto. Secondo le prime informazioni la donna soffriva di depressione, non è esclusa dai militari di Ladispoli e della Compagnia di Civitavecchia impegnati nelle indagini la pista del suicidio. Al momento non si esclude nessuna pista, dal gesto estremo all'infortunio domestico.