Lunedì 17 Giugno 2024

Elezioni regionali Lazio 2023: come e quando si vota

Unico turno senza ballottaggio, alle elettrici e gli elettori verrà consegnata una sola scheda di colore verde, tutto quello che c'è da sapere per prepararsi al voto del 12 febbraio

Urne

Urne

Roma, 1 febbraio 2023 - Mancano una manciata di giorni alle elezioni regionali nel Lazio. Tra domenica 12 e lunedì 13 febbraio, cittadine e cittadini laziali saranno chiamati alle urne per scegliere il nuovo, o la nuova, presidente e il nuovo consiglio regionale. In corsa sono Sonia Pecorini (Pci); Francesco Rocca (destra: FdI, Lega, F); Rosa Rinaldi (Unione Popolare); Donatella Bianchi (Movimento 5 stelle) e Alessio D’Amato (centrosinistra: Pd e terzo polo.

Quando si vota

I seggi elettorali saranno aperti domenica 12 febbraio, dalle ore 7 alle 23, e lunedì 13 febbraio dalle ore 7 alle 15, per eleggere il successore di Nicola Zingaretti che ha governato la Regione per dieci anni. Le ultime regionali nel Lazio si sono svolte il 4 marzo del 2018, quando si recarono alle urne 3.181.235 elettori su 4.780.090 cittadini laziali aventi diritto al voto. L’affluenza finale fu del 66,55%.

Cosa serve per votare

Elettori ed elettrici dovranno presentarsi al seggio elettorale di riferimento, cioè relativo alla propria residenza, muniti di tessera elettorale e documento di riconoscimento valido.

Come si vota

L'elettore ha quattro possibilità per esprimere il proprio voto: se si barra il nome del candidato presidente, il voto non si estende alla lista o alle liste collegate. Se si barra solo su una lista, il voto si estende invece anche al candidato presidente collegato. E’ possibile inoltre barrare il nome del candidato presidente e il simbolo di una lista a lui collegata. Infine il voto disgiunto:  l’elettore può votare per una lista e per un candidato presidente non collegato alla lista stessa.

Cinque circoscrizioni

Il Lazio è suddiviso in cinque circoscrizioni: Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo e Città metropolitana di Roma che vedranno assegnarsi i seggi in proporzione alla popolazione risultata residente all’ultimo censimento generale. A Roma spetterebbero 29 seggi. Garantito almeno un consigliere regionale per ogni provincia.

Lazio e Lombardia al voto

Chi viene eletto

Il Consiglio regionale è formato da 50 consiglieri più il presidente della Regione. L’80% dei seggi (40 consiglieri) viene assegnato con un meccanismo proporzionale sulla base dei consensi ottenuti dai candidati che si misurano nelle liste concorrenti, presentate a livello circoscrizionale. Mentre il restante 20%, (10 consiglieri), è eletto con il premio di maggioranza ripartito tra le liste collegate al candidato presidente vincente.

Il presidente della Giunta regionale viene eletto contestualmente ai consiglieri che compongono l'assemblea legislativa, per questo il 12 e 13 febbraio agli elettori del Lazio verrà consegnata una sola scheda di colore verde.