2 gen 2022

Covid Lazio 2 gennaio, 7.993 casi e 15 morti. D'Amato: "Zona gialla da domani"

Atteso per la prossima settimana è l'arrivo del farmaco anticorpi monoclonali per via orale

Roma, 2 dicembre 2022 – "Da domani il Lazio entrerà in zona gialla: bisogna essere prudenti, rispettare le regole e non ritardare la prenotazione del vaccino”. Ad annunciarlo è Alessio D’Amato, l’assessore regionale alla Sanità che punta su vaccini e booster per arginare l’onda di piena del Covid.

Covid Campania, i dati del 2 gennaio 2022
Covid Campania, i dati del 2 gennaio 2022

Nelle ultime 24 ore, l’oscillazione dei contagi sembra essersi assestata al ribasso, con 7.993 nuovi casi positivi (-4.352) su 36.248 tamponi: è al 22% il rapporto tra positivi e test eseguiti. È pesante il bilancio delle vittime, oggi nel Lazio si registrano altri 15 morti per Covid (+9). Sono 90.401 le persone attualmente positive, che si trovano in quarantena.

Approfondisci:

Covid oggi Italia, il bollettino del 2 gennaio: contagi e dati dalle regioni

Il Lazio ha chiuso il 2021 con gli 8.477 casi di venerdì e ha iniziato il nuovo anno con i 12.345 nuovi positivi di ieri. È atteso a momenti l’aggiornamento di oggi. Non cala la pressione sugli ospedali, dove i sanitari stanno lavorando a pino ritmo per curare 1.173 pazienti ricoverati in area medica (+19) e i 152 malati gravi che si trovano nelle terapie intensive (-1). Sono 1.058 le persone guarite nelle ultime ore. 

Zona gialla: cosa cambia

Mezza Italia in zona gialla. Lazio, Lombardia, Piemonte e Sicilia da domani passeranno dalla zona bianca a quella gialla, aggiungendosi a Liguria, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Calabria e alle province autonome di Trento e Bolzano. Nessun cambiamento sostanziale nella quotidianità, fatta eccezione per l'uso obbligatorio delle mascherine all'aperto, peraltro già stabilito dal Governo fino al 6 gennaio come misura di prevenzione in vista delle festività natalizie.

Nessuna restrizione agli spostamenti, né alle attività commerciali e produttive che potranno andare avanti seguendo le regole già in vigore. In buona sostanza il passaggio dal bianco al giallo, che avviene per il peggioramento di tre indicatori sanitari (incidenza, ricoveri ordinari e terapie intensive), ha il valore di avvertire la popolazione al rispetto rigido delle regole del distanziamento per evitare un ulteriore peggioramento nella diffusione dei contagi.

I casi, provincia per provincia

Nelle province si registrano 1.215 nuovi casi, ai quali vanno aggiunti i 6.778 casi della Città metropolitana di Roma. I casi nella Capitale sono a quota 4.631. Nella provincia di Frosinone si registrano 153 nuovi casi nelle ultime 24 ore, nei Comuni della zona di Latina ci sono 630 nuovi e nel territorio di Rieti l’Asl ha comunicato all’unità di crisi regionale 153 nuovi casi. A Viterbo, oggi i casi sono 279.

Approfondisci:

Covid, dal Super Green pass alla quarantena: calendario delle restrizioni fino a marzo

D'Amato: "L'argine a Omicron è il vaccino"

L'argine ad Omicron è la vaccinazione, anche per questo si è deciso di procedere domenica 9 gennaio all'open day in 14 strutture anche per chi ha fatto la seconda dose a distanza di 120 giorni”, continua D’Amato. “La dose booster può esser fatta, a parità di efficacia, sia con Moderna che con Pfizer continua al momento non abbiamo problemi di forniture. Sono disponibili nel mese di gennaio oltre 1 milione di posti e oltre 50 mila per lo specifico vaccino pediatrico nella fascia 5-11 anni”.

Approfondisci:

Bloccati in casa dalle quarantene, come si esce dall'isolamento? Domande e risposte

“Siamo al 90,5% di seconde dosi sopra i 12 anni, la fascia 5-11 anni ha superato il 10% con circa 40mila somministrazioni”, dice D’Amato. La fascia 12-19 anni è all'80% con oltre 341mila somministrazioni. “Con le terze dosi abbiamo superato il 42% degli adulti con oltre 2 milioni di somministrazioni effettuate". Nella prossima settimana è "atteso l'arrivo del farmaco anticorpi monoclonali per via orale. “Le modalità di reclutamento e i centri prescrittori sono i medesimi degli anticorpi ad infusione", dice l'assessore alla Sanità della Regione Lazio.

La campagna vaccinale vola spedita, il Lazio non ha fermato la macchina organizzativa nemmeno per le feste. “È in corso a Rieti, alla caserma Verdiros, il primo open day dell'anno conferma l’assessore dove si registra una ottima affluenza anche di cittadini da fuori della provincia".

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?