Roma, 2 gennaio 2022 - Casi come prevedibile in forte calo nel bollettino Covid di oggi che fotografa la situazione epidemica in Italia. I nuovi contagi sono 61.046 a fronte di 133 decessi. Ma la curva scende soprattutto per il crollo dei tamponi effettuati il primo dell'anno: il tasso di positività schizza dal 13% di ieri al 21,9%. Più di un tampone su cinque è risultato positivo. La tendenza si riflette anche sui dati regionali. A cominciare dal Veneto, dove il dato dei positivi è meno di un terzo rispetto a quello di ieri. A livello nazionale si registra un nuovo balzo consistente dei ricoveri, crescita nella media per le terapie intensive

Sempre oggi, Agenas riferisce come in un giorno le percentuali dei posti letto occupati nei reparti in area non critica o in terapia intensiva, a seconda dei casi, siano salite in 8 regioni. Ora la Liguria è davvero vicina alla zona arancione, dove potrebbe passare il 10 gennaio. In terapia intensiva i posti occupati sono il 22% (+1%) - oltre la soglia limite dei 20 - mentre in area medica la percentuale arriva al 28%, a soli due punti dal 30% che fa scattare il cambio colore. In aumento anche Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Sicilia, Toscana e Umbria.

Bloccati in casa dalle quarantene, come si esce dall'isolamento? Domande e risposte

Come funziona l'autosorveglianza e quando bisogna fare il tampone

Omicron, gli ultimi studi: colpisce la gola, è meno letale. Il caso Israele

Sommario

Il bollettino del 2 gennaio 

Il bollettino odierno riporta 61.046 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore (ieri erano stati 141.262). Le vittime sono 133, mentre ieri erano state 111. Solo 278.654 i tamponi processati, un quarto di quelli del giorno precedente (pari a 1.130.936) per un tasso di positività che schizza al 21,9%. Forte aumento dei ricoveri che salgono di 491 unità a 11.756, mentre crescono di 22 le terapie intensive a quota 1.319 con 104 ingressi del giorno in rianimazione.  Il numero totale dei casi da inizio pandemia è pari a 6.328.076. I dimessi/guariti crescono di 12.164 unità, arrivando a 5.119.893, mentre gli attualmente positivi diventano 1.070.537 di cui 1.057.462 in isolamento domiciliare.

Rientro a scuola, l'ipotesi: "In Dad gli studenti non vaccinati". Date per regione

La regione con il maggior numero di nuovi casi si conferma la Lombardia con 10.425 davanti ad Emilia Romagna (9.090), Lazio (7.993), Toscana (6.397) e Campania (5.192).

Lombardia

Altri 10.425 nuovi casi di Coronavirus in Lombardia su 44.172 tamponi. Il totale nella Regione, da inizio pandemia, sale così a quota 1.265.059 mentre sono 45 le vittime nelle ultime 24 ore, 35.140 complessivamente. Sono 3.184, invece, i guariti (937.826 complessivamente). I ricoverati con sintomi salgono a 2.052 (+107), sono 216 i pazienti in terapia intensiva (-6) con 15 ingressi giornalieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 289.825.

Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 558.263 casi di positività, 9.090 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.490 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 51,9%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che nei giorni festivi è inferiore rispetto agli altri giorni e soprattutto i tamponi molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo. Sono 130 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive. Otto i decessi.

Lazio

“Oggi nel Lazio su 24.907 tamponi molecolari e 11.341 tamponi antigenici per un totale di 36.248 tamponi, si registrano 7.993 nuovi casi positivi (-4.352), sono 15 i decessi (+9), 1.173 i ricoverati (+19), 152 le terapie intensive (-1) e +1.058 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 22%”. Lo comunica in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Toscana

In Toscana sono 6.367 i nuovi casi Covid (5.345 confermati con tampone molecolare e 1.022 da test rapido antigenico), che portano il totale a 402.960 dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Coronavirus. I nuovi casi sono l'1,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 300.595 (74,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 17.957 tamponi molecolari e 4.556 tamponi antigenici rapidi, di questi il 28,3% è risultato positivo. Sono invece 12.114 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 52,6% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 94.797, +6,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 780 (46 in più rispetto a ieri), di cui 85 in terapia intensiva (4 in più). Oggi si registrano 6 nuovi decessi: un uomo e 5 donne con un'età media di 71,2 anni. 

Umbria

Sono 4 le vittime positive al Covid comunicate dall'Umbria nelle ultime 24 ore che portano a 1.508 il bilancio dei morti da inizio pandemia. Ancora in aumento i ricoveri negli ospedali, ora 159 (18 in più nell'ultimo giorno), ma restano stabili a otto i posti occupati nelle terapie intensive. I nuovi casi di positività sono 788, emersi dall'analisi di un numero ridotto di test (2.245 antigenici e 500 tamponi molecolari), con un tasso di positività sul totale pari al 28,7 per cento (era 14,6 sabato). 

Veneto

In Veneto cala il dato dei nuovi positivi al Covid che si attesta a 3.816. Il totale dei casi di positività alla data odierna è pari a 106.799, a fronte di 663.809 tamponi. Undici i nuovi decessi. Il totale delle dosi di vaccino sommministrate è pari a 9.139.595.

Piemonte

Balzo dei ricoveri in Piemonte: quelli in area medica sono ora 1.294, 52 in più rispetto a ieri. Sono 109 i pazienti in terapia intensiva (+1). Purtroppo si registrano altri 6 decessi di persone positive al Covid, nessuno di oggi.  I nuovi casi sono 2.619 (ieri 7.450), pari al 15,9% di 16.452 tamponi eseguiti, di cui 10.404 antigenici. Dei 2.619 contagi gli asintomatici sono 1.760 (67,2%). I casi sono 1.433 di screening, 863 contatti di caso, 323 con indagine in corso.

Liguria

In Liguria si contano oggi 1.276 nuovi casi di Coronavirus, a fronte di 4.323 tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiungono altri 1906 tamponi antigenici rapidi. Il tasso di positività, in crescita, si attesta al 29,52%. 

Campania

Sono 5.192 i nuovi casi di Covid comunicati dalla Campania nelle ultime 24 ore, 29.677 i test effettuati. Tre i decessi. Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656. Posti letto di terapia intensiva occupati: 55. Posti letto di degenza disponibili: 3.160. Posti letto di degenza occupati: 718.

Calabria

Altri 793 contagiati in Calabria, rilevati su 3.754 tamponi eseguiti. Il rapporto tra test fatti e casi positivi schizza dal 9,22% al 21,12%. Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono 1.630 (+5 rispetto a ieri), i guariti sono 94.502 (+177 rispetto a ieri), mentre i ricoveri sono 340, di cui 312 in area medica (+4 rispetto a ieri) e 28 in terapia intensiva (dato invariato rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 16.637 (+611).

Puglia

Sono 3.451 i nuovi casi positivi al Covid 19 in Puglia a fronte di un numero di tamponi molto contenuto (16.982): il tasso di positività schizza al 20,3%. Non ci sono decessi. Sono 30.679 le persone attualmente positive, 283 quelle ricoverate in area non critica, 32 in terapia intensiva. Questa la suddivisione dei casi per provincia: Bari 1.152, Bat 266, Brindisi 325, Foggia 459, Lecce 815, Taranto 376, residenti fuori regione 46, in provincia in via definizione 12.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.282 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.143 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 26,69%. Sono inoltre 1.057 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 45 casi (4,24%), che portano il totale a 1.188. Lo ha comunicato il vicepresidente della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Si registrano i decessi di 3 persone.

Marche

Sono 699 i nuovi casi registrati oggi nelle Marche a fronte dei 1.619 comunicati ieri.  Sono 397 i nuovi contagiati  nella sola provincia di Ancona. Il tasso di positività sui 2.091 tamponi effettuati è del 33,4%, mentre ieri era all'11,4%. Il tasso di incidenza cumulativo su 100 mila abitanti sale ancora, passando da 600,17 a 621,08. Sono 276 (+6) i pazienti assistiti nei reparti ospedalieri delle Marche e 27 (-9) nei pronto soccorso in attesa di essere trasferiti nei reparti.

Nelle terapie intensive ci sono 50 pazienti (+3), il 76% dei quali non vaccinati, e il tasso di occupazione dei posti letto è al 19,8%; sono 54 (-1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 173 (+5) i ricoverati nei reparti non intensivi. Tre le vittime registrate nelle ultime 24 ore, tutte pesaresi e tutte affette anche da altre patologie. Da inizio pandemia sono 3.257 i morti dovuti al Covid. 

Sicilia

La Sicilia registra oggi 3.964 i nuovi casi Covid su 22.832 tamponi. Il totale nella Regione, da inizio pandemia, sale così a quota 382.332 mentre sono 13 le vittime (9 del 31 dicembre e 4 del 1° gennaio), 7.527 complessivamente. Sono 420, invece, i guariti nelle ultime 24 ore. I ricoverati con sintomi salgono a 811 (+43), sono 107 i pazienti in terapia intensiva (+5) con 9 ingressi giornalieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 50.378

Sardegna

Altri 675 casi di Covid in Sardegna a frontedi 3047 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 5538 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 17 ( 2 in più di ieri). I pazienti ricoverati in area medica sono 159 (17 in più di ieri); 9116 sono i casi di isolamento domiciliare (611 in più di ieri). Si registra il decesso di 2 pazienti: un uomo di 68 anni e uno di 72, entrambi residenti nella provincia del Sud Sardegna.

Le altre regioni

In Molise i nuovi positivi sono 380, in Alto Adige 358, in Basilicata 307. In forte calo i nuovi contagi in Abruzzo (1.135, meno di un terzo rispetto a ieri, con due decessi). In Valle d'Aosta nessun deceso e 117 nuovi casi.  La provincia Autonoma di Trento registra oggi 408 contagi (ieri 1.394) e 3 nuovi ingressi in terapia intensiva. 

Il punto

Mentre si attende il Consiglio dei ministri del 5 che esaminerà la nuova stretta, a cominciare dall'estensione del Super Green pass al mondo del lavoro, da domani mezza Italia sarà in zona gialla: si aggiungo infatti Lazio, Lombardia, Piemonte e Sicilia. Intanto, i positivi sono più di un milione sono ancora 5,5 milioni gli over 12 non vaccinati.

Nel report Covid settimanale, l'Iss fa anche sapere che con la dose di vaccino "booster nel personale sanitario, diminuisce la percentuale dei casi di Covid negli operatori sanitari". E sebbene nell'ultima settimana si sia registrato un leggero aumento del numero di casi diagnosticati tra gli operatori sanitari (1.391 contro i 1.193 della settimana precedente), la percentuale di casi sul totale dei casi riportati risulta ancora in diminuzione dal 1,6% della settimana precedente al 1,4%.

Ricevi l'informazione di qualità direttamente a casa tua con le nostre testate.