Martedì 11 Giugno 2024
GIOVANNI BALLERINI
QN Nuove generazioni

Il ’Mostro’ di Ashes. La vera sfida è guardarsi dentro

Il nuovo singolo di Ashes, "Mostro", affronta il tema dell'auto-sabotaggio interiore, esplorando la complessità dell'essere umano attraverso sonorità pop rock elettroniche

Il ’Mostro’ di Ashes. La vera sfida è guardarsi dentro

Il ’Mostro’ di Ashes. La vera sfida è guardarsi dentro

A fari spenti. In macchina Roma di notte, a volte è fredda,ma non fa paura se sai prenderla. Un po’ ti somiglia. Un po’ ti toglie la maschera. Ed è tutto nella mia testa. Un’altra volta, però aspetta, guarda bene, forse vedi qualcosa anche tu. E fuori la porta è aperta. Stesa a terra in una gabbia. Non voglio uscire anche se ormai non piove più. Hai sempre gli stessi occhi, ma non ti riconosco. E se mi guardo allo specchio, sono il mio stesso mostro. Ho il coltello dalla parte della lama. Non stupirti se poi mi taglia. Non stupirti se poi mi trema la voce. E si stanca. Se ci guardiamo negli occhi. Siamo lo stesso mostro.

Lucio Battisti nell’indimenticabile brano ’Emozioni’, pubblicato nel 1970 nell’album omonimo, cantava: "Guidare come un pazzo a fari spenti nella notteper vedere se poi è così difficile morire". Comincia "A fari spenti", anche ’Mostro’, il nuovo singolo di Ashes, che anticipa con stile e intensità il suo prossimo Ep. La cantautrice genovese, classe ’97 (laureata in songwriting all’ICMP di Londra) ha scelto di far produrre questo pezzo da Ben Cavendish e Francesco Pepe che hanno arricchito di atmosfere elettroniche il suo mood pop rock elettro acustico. Serena Ventre, in arte Ashes, ama sperimentare un mix intrigante tra pop elettronico e suoni acustici. La tesi di ’Mostro’ è che, a volte, il nostro più grande nemico finiamo per essere noi stessi, occorre mettersi alla prova e non aver paura di questa riflessione.