Consumatori più giovani ma poco consapevoli

È proprio vero che i ragazzi fanno acquisti senza sapere i loro diritti?

Consumatori più giovani ma poco consapevoli
Consumatori più giovani ma poco consapevoli

Si diventa CONSUMATORI in età sempre più precoce, ma senza un’adeguata consapevolezza dei propri diritti: solo un adolescente su 3 dichiara di conoscere i principali pilastri del Codice del Consumo. Lo rileva l’indagine sui giovani consumatori realizzata dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato, tramite il portale Skuola.net insieme, su un campione di 2mila persone.

Consumatori precoci ma, spesso, impreparati a far valere i propri diritti. Oggi si compra di frequente online sin da giovanissimi tanto che quasi la metà degli adolescenti italiani (47%) è già incorsa in problemi post-vendita, come ricevere un prodotto difettoso o diverso dalla descrizione. Ma, in casi come questi, pochi sanno cosa fare. Per aiutare i giovani a diventare consumatori consapevoli dei propri diritti, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato da tre anni sta realizzando la campagna informativa #convienesaperlo e iniziative rivolte direttamente agli studenti, come il concorso #convienesaperlo (anche a scuola) 2.0, collegato a un Quiz Game sui diritti dei consumatori sviluppato insieme a Skuola.net. Per partecipare all`ultima edizione del concorso c’è tempo fino al 15 marzo.

Dal questionario somministrato emerge che solo un ragazzo su 3 si dichiara ferrato sull’unico strumento che lo può tutelare davvero, ossia il Codice del Consumo, per cui quasi tutti chiedono di saperne di più. Anche grazie alla scuola: ben 9 su 10 sono favorevoli a lezioni specifiche su questi temi.