Attraversare la strada: tutt’altro che facile

Ogni anno in Europa si registrano 8mila morti tra i pedoni nei centri urbani. Le regole per ridurre i rischi

Attraversare la strada: tutt’altro che facile

Attraversare la strada: tutt’altro che facile

Un gesto all’apparenza semplice come attraversare la strada può rivelarsi molto pericoloso se non viene fatto con la dovuta attenzione. Secondo le statistiche ogni anno in Europa sono oltre 8mila i pedoni che vengono coinvolti in incidenti stradali dall’esito mortale. La maggior parte degli investimenti avvengono nelle aree urbane e di questi quasi un quarto sugli attraversamenti pedonali. Sempre secondo le statistiche nel 30% degli incidenti in cui sono coinvolti un’auto che viaggia a 40 km/h ed un pedone c’è il rischio di esito mortale. Chi ha viaggiato sa che le regole, anche le più semplici, possono variare notevolmente da un Paese all’altro: ad esempio sugli attraversamenti pedonali italiani, i pedoni hanno il diritto di attraversare solo se hanno già cominciato l’attraversamento. Il pedone deve fare attenzione perché è l’utente debole, quello che rischia di più, ma anche gli automobilisti devono rispettare le regole.

Ad esempio sorpassare un autobus di linea ad una fermata può creare situazioni di pericolo per i pedoni che magari stanno attraversando la strada di fronte al mezzo fermo e non vedono l’auto sopraggiungere. Parcheggiare un’auto vicino ad un attraversamento pedonale può ridurre drasticamente la visibilità reciproca tra pedoni e conducenti e creare una situazione molto pericolosa. Per questo ACI ha messo a punto un vademecum rivolto ai pedoni, ma utile per tutti gli utenti della strada, per attraversare in sicurezza.

Prima di tutto occorre fare attenzione ai bambini che vanno controllati, e possibilmente tenuti per mano sul lato più distante dal flusso del traffico, perché non sono in grado di valutare la velocità dei veicoli in avvicinamento. Il secondo consiglio è di camminare sempre sul marciapiede quando c’è.

Muoversi in città presuppone attenzione, ad esempio di fronte a situazioni potenzialmente pericolose come passi carrabili e garage dove c’è il rischio di imbattersi in mezzi in transito. Se non c’è marciapiede buona regola è camminare sempre sul lato della strada nella direzione opposta al senso di marcia dei veicoli, in maniera tale da poterli osservare mentre si avvicinano, tenendosi sempre all’estremo margine della carreggiata.

Attraversare è un’attività da fare con grande cautela: è preferibile farlo quando tutte le corsie sono sgombre da veicoli in avvicinamento. Non si attraversa una strada di corsa, ma si attende che non ci siano veicoli o siano a distanza di sicurezza. Prima di attraversare la strada occorre sempre fermarsi e osservare: il diritto di precedenza non è mai assoluto e ogni veicolo in movimento necessita di una certa distanza per fermarsi completamente. Non bisogna aspettarsi che il conducente effettui delle brusche manovre per frenare il veicolo.

Meglio segnalare con chiarezza le proprie intenzioni, ad esempio mettendosi eretti sul sul bordo della strada. In alcuni casi può essere utile segnalare con la mano che si è in procinto di attraversare. Attenzione ai veicoli che sopraggiungono da tutti i lati. Prima di attraversare la strada occorre fare attenzione non solo ai veicoli provenienti da destra e da sinistra ma anche a quelli che sopraggiungono frontalmente e da dietro. Ai semafori non si deve mai attraversate mai con il rosso e anche il segnale è verde occorre affrettarsi per termine di occupare la strada entro il termine consentito. Per maggiore sicurezza durante le ore notturne è utile indossare vestiti di colori vivaci o bande catarifrangenti.

a cura di Egidio Scala