Venerdì 12 Luglio 2024

Polizia locale chiede sicurezza: agenti "in trincea a combattere guerra impari"

Lanciato un sos in piazza Plebiscito con il sindacato Fp Cgil per la grave carenza di personale, di mezzi e dotazioni adeguati a fronteggiare "baby gang", "gruppi malavitosi e camorristici"

Polizia locale

Polizia locale

Napoli, 7 marzo 2023 - "In servizio siamo esposti a gravissimi rischi, diventando il bersaglio di delinquenti che non esitano ad aggredire con violenza". È un Sos quello che parte dagli agenti della Polizia locale che oggi si sono riuniti in presidio a Napoli, in piazza Plebiscito.  Al termine della manifestazione, promossa dalla Fp Cgil, la consegna di un documento in Prefettura. 

Presidio di polizia al Pellegrini ma solo fino all'1 di notte: "Mo' mi mettono le manette" Baby gang, 12enne colpito con coltellate multiple in piazza Municipio

Gli uomini e le donne della Polizia locale, evidenziano i rappresentanti del coordinamento provinciale, Salvatore Tinto, Luciano Nazzaro e Nicola Cigliano, devono affrontare sempre di più "pericoli per la propria incolumità, con carichi di lavoro estenuanti, servizi notturni, inquinamento". E si ricordano gli interventi per gli assembramenti della movida, per risse o anche per soccorrere qualcuno. Si denuncia la "grave carenza di personale, di mezzi, di dotazioni, dispositivi di difesa e tutela adeguati al servizio da svolgere".  Il sindacato parla anche di "poliziotti in trincea a combattere guerra impari" contro "baby gang che si aggiungono alle operazioni criminose condotte da gruppi malavitosi e camorristici che impreversano sul territorio".  La battaglia sindacale punta anche a una riforma che consenta agli operatori della Polizia locale di ottenere la possibilità di un anticipo dell'uscita dal lavoro, rispetto ai 67 anni.

Movida violenta a Napoli, minorenni aggrediti da coetanei: tre feriti  In scooter litigano per questioni di viabilità: accoltellato 18enne a Portici