Lunedì 22 Aprile 2024

Operaio morto alla Stellantis di Pratola Serra: è stato schiacciato da un macchinario. Proclamato lo sciopero nello stabilimento

La vittima è Domenico Fatigati di 52 anni e lavorava per una ditta esterna. L’incidente è avvenuto nel reparto basamento motore

Pratola Serra (Avellino), 22 febbraio 2024 – Un altro morto sul lavoro. Un operaio di 52 anni è rimasto ucciso oggi nello stabilimento Stellantis di Pratola Serra, nell'area industriale di Pianodardine, schiacciato da un macchinario. La vittima è Domenico Fatigati, di Acerra, che lavorava come tecnico manutentore per conto di una ditta esterna di Foggia.

++ Schiacciato da macchinario, muore operaio ad Avellino ++
++ Schiacciato da macchinario, muore operaio ad Avellino ++

Cosa è accaduto

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, l’operaio di 52 anni è rimasto intrappolato in un macchinario su cui stava facendo un intervento di manutenzione nel reparto basamento motore. I colleghi sono intervenuti subito in soccorso ma, quando l'uomo è stato estratto, era già morto. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118 accorsi sul posto. I carabinieri del comando provinciale di Avellino hanno avviato le indagini per ricostruire l'accaduto.

Sciopero dei lavoratori Stellantis a Pratola Serra

Sciopero dei lavoratori Stellantis a Pratola Serra per l'intera giornata. A proclamarlo sono le segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic ed Uglm di Avellino e le Rsa dello stabilimento irpino dopo l'incidente mortale sul lavoro avvenuto nel reparto basamento, costato la vita a un operaio di una ditta esterna. “Un lavoratore che aveva lasciato casa sua per poter svolgere la sua attività - si legge nella nota della Rsa - non tornerà più a casa sua. Nell'esprimere il cordoglio e la vicinanza di tutti i lavoratori della ex Fma alla famiglia del lavoratore deceduto, dichiarano uno sciopero a partire dalle ore 10.30 per tutta la giornata del 22 febbraio”.

Lo stabilimento irpino della Stellantis

Lo stabilimento irpino della Stellantis, con quasi 1.800 dipendenti, dopo un lungo periodo di cassa integrazione, attende il rilancio produttivo dopo l'annuncio da parte di Stellantis di voler produrre in Irpinia i motori per tutta la gamma dei veicoli commerciali leggeri del gruppo multinazionale.

Un altro incidente mortale in provincia di Avellino

Nel giorno di San Valentino, il 14 febbraio scorso, si era registrato un altro mortale incidente sul lavoro in provincia di Avellino: un magazziniere di 35 anni, Isidoro Di Lorenzo, aveva perso la vita in un deposito di prodotti farmaceutici di Monteforte Irpino candendo da un'altezza di tre metri.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui