Sabato 22 Giugno 2024

Camorra, aveva sparato alla nuca a Gennaro Fittipaldi: in carcere Angelo Trongone

L'omicidio premeditato avvenne nel 2015 nel porto di Napoli come ritorsione durante una guerra di egemonia tra clan nei Quartieri Spagnoli: la vittima aveva 24 anni

Un'auto della polizia

Un'auto della polizia

Napoli, 24 gennaio 2023 -  La Squadra Mobile di Napoli ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip partenopeo nei confronti di Angelo Trongone, 54 anni, per omicidio e di porto illegale in luogo pubblico di arma da sparo, reati aggravati dal metodo mafioso. L'uomo deve rispondere dell'uccisione di Gennaro Fittipaldi, 24 anni, colpito alla nuca da un proiettile il 18 maggio 2015 in via Chiavettieri al Porto a Napoli. Trongone, boss dell'ominimo clan confederato con i Mariano e i Prinno, puntava con l'omicidio a confermare la forza del cosca nel territorio dei Quartieri Spagnoli. L'omicidio, premeditato, era una ritorsione per punire Fittipaldi, allontanatosi dal gruppo, di aver scelto di entrare nel cartello Sibillo-Giuliano-Amirante-Brunetti.