Venerdì 12 Luglio 2024

Camorra, agguato alle case nuove: ucciso 32enne, elemento di spicco del clan Mazzarella

La vittima, Rocco Tomaselli, era già noto alle forze. L'omicidio nella serata di giovedì, dopo gli spari lo hanno abbandonato in fin di vita davanti al pronto soccorso

Polizia presidiano a Napoli il luogo, in via Santa Maria delle Grazie a Loreto Case nuove

Polizia presidiano a Napoli il luogo, in via Santa Maria delle Grazie a Loreto Case nuove

Napoli, 27 gennaio 2023 - Tre colpi di pistola: due alle gambe e uno lo ha colpito al gluteo. E' morto davanti al pronto soccorso, Rocco Tomaselli, 32enne ritenuto dagli investigatori vicino al clan camorristico Mazzarella. L'omicidio nella serata di ieri a Napoli. Il 32enne già noto alle forze dell'ordine aveva numerosi precedenti penali. 

Polizia presidiano a Napoli il luogo, in via Santa Maria delle Grazie a Loreto Case nuove
Polizia presidiano a Napoli il luogo, in via Santa Maria delle Grazie a Loreto Case nuove

Poco dopo le 19.30, Tomaselli è stato abbandonato, in fin di vita, davanti al pronto soccorso dell'ospedale Vecchio Pellegrini da un'auto che è poi fuggita.   Nonostante l'intervento dei sanitari del nosocomio nel centro antico della città, Tomaselli è deceduto poco dopo per le ferite riportate: due alle gambe e una a un gluteo, provocate da colpi d'arma da fuoco.  Secondo quanto ricostruito, l'agguato sarebbe avvenuto in via Santa Maria delle Grazie a Loreto, nella zona nota come Case Nuove.

La Polizia di Stato è stata avvertita da alcuni residenti della zona delle cosiddette "case nuove", che hanno segnalato l'esplosione di alcuni colpi d'arma da fuoco in via Santa Maria delle Grazie a Loreto. Lì si è recata una volante e durante il sopralluogo sono stati trovati quattro bossoli, due ogive e tracce di sangue. Sull'accaduto sono in corso indagini da parte della Squadra Mobile di Napoli (coordinata dal primo dirigente Alfredo Fabbrocini). 

La guerra tra il clan Contini e i Mazzarella 

Per l'agguato costato la vita a Rocco Tomaselli, gli inquirenti individuano un duplice movente. La pista più battuta è appunto quella che porta allo scontro che ormai va avanti da 20 anni tra il clan Contini e i Mazzarella a cui la vittima apparteneva. Tomaselli da qualche tempo era il reggente del gruppo delle Case Nuove, una zona che muove affari per milioni di euro al mese grazie ad estorsioni, droga e riciclaggio. 

Un'altra pista porta invece a un 'avviso' interno alla cosca ed è legata al fatto che i sicari hanno colpito la vittima alle gambe e al gluteo, mirando sei volte con tre colpi andati a segno. In pratica, l'uomo doveva solo essere gambizzato, probabilmente perchè i Mazzarella intendevano punirlo per qualche sgarro, ma le ferite sono state più gravi del previsto Napoli, giovane gambizzato per presunta rapina: ma la versione della vittima non torna Camorra, operazione contro clan Mazzarella: 24 arresti per spaccio ed estorsione