Arrestato in Albania il broker 26enne del narcotraffico: sfuggì 3 settimane fa a un maxi blitz a Napoli

Rintracciato dai carabinieri a Durazzo, è stato prelevato dall’abitazione della sua famiglia dalle teste di cuoio

Napoli, 6 febbraio 2024 – Arrestato in Albania il broker internazionale del narcotraffico Kevin Kurti, 26 anni, che solo 3 settimane fa riuscì a sfuggire a un maxi blitz dei carabinieri del nucleo investigativo di Napoli. L'uomo di origine albanese è stato arrestato a Durazzo, nell'abitazione di famiglia. I fatti per i quali risulta indagato sono relativi al blitz eseguito lo scorso 16 gennaio nei confronti di due gruppi criminali. Direzione distrettuale antimafia e carabinieri eseguirono decine di misure cautelari e sequestrarono un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti.

L'arresto in Albania del broker del narcotraffico sfuggito al blitz di Napoli
L'arresto in Albania del broker del narcotraffico sfuggito al blitz di Napoli

Le indagini

Durante le indagini, inoltre, nel novembre del 2022, fu possibile arrestare a Dubai il latitante Bruno Carbone, collaboratore del narcotrafficante Raffaele Imperiale. Ritenuto broker del narcotraffico e importante trafficante albanese di cocaina, Kurti è considerato il perno attorno al quale ruotò l'accordo tra Simone Bartiromo, elemento di spicco dell'organizzazione oggetto di investigazioni, e Sebastiano Romeo, fornitore di cocaina calabrese stanziato a Bianco. Dopo il blitz, al quale il 26enne riuscì a sfuggire, le indagini non si sono fermate e i carabinieri, coordinati dalla Direzione distrettuale Antimafia di Napoli, con la collaborazione dello Scip (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia) e della polizia albanese, hanno rintracciato Kurti. Quando le teste di cuoio hanno fatto irruzione nell'abitazione di famiglia, a Durazzo, l'uomo non ha opposto resistenza. Il 26enne è ora ristretto in un penitenziario albanese, in attesa dell'estradizione.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui