Amadeus il giorno dopo la finale di Sanremo  (Ansa)
Amadeus il giorno dopo la finale di Sanremo (Ansa)

Sanremo, 9 febbraio 2020 - Il Sanremo dei miracoli. Anche l'ultima serata ha fatto segnare ascolti stellari, oltre il 60% di share. Il festival nel suo complesso ha portato a casa quasi il 55%. Altri dati significativi: tra i giovanissimi il Festival ha sfondato con il 61%. La vittoria, come si sa, è andata a Diodato, che ha trionfato però solo nelle votazioni della sala stampa. Per il televoto era arrivato terzo e per la demoscopica secondo. Ciò significa che i voti dei giornalisti si sono concentrati su di lui, forse anche per una sorta di strategia: i Pinguini non avrebbero potuto vincere (avevano due terzi posti e un secondo) quindi l'unico concorrente era Gabbani.

Ascolti superlativi, si diceva. I conti della Rai ne hanno ovviamente beneficiato. Antonio Marano presidente di rai Pubblicità ha snocciolato il conto: incassati 37 milioni contro i 31 dell'anno scorso, spesi 18 come nel 2018. Si guadagna che è una bellezza.

Nell'incontro con i giornalisti Amadeus si è commosso di fronte all'applauso dei giornalisti, che non era scontato. Ha difeso come un terzino la sua figura di presentatore della porta accanto. "Sono felice perché ho coronato il sogno della mia vita, ma adesso non vedo l'ora di tornare al mio lavoro, I Soliti Ignoti. Quando si spengono le luci dei riflettori voglio tornare a essere una persona normale. Il pubblico ha capito che io sono davvero questo, nessuno potrebbe fingere così bene così a lungo". 

La musica è finita, ma già si parla dell'anno prossimo. Il neo direttore Stefano Coletta ha detto che un secondo Amadeus sarebbe "auspicabile", e il diretto interessato non dice né sì né no, "ci penserò". Anche perché sa già che gli verrebbe meno l'apporto essenziale di Fiorello, il quale ha fatto sapere: "L'anno prossimo a febbraio ho appuntamento col podologo". Sulla possibilità che invece venga affidato a Cattelan, Coletta è stato vago. "È un personaggio interessante e innovativo ma non so se sarebbe giusto per la prima serata di Raiuno". Se dovessimo scommettere, punteremo su Amadeus II.