Con il sostegno di:

L’incanto della perla del Sud, Villasimius è già sold out: “Spiagge e servizi, c’è tutto”

L'entusiasmo del sindaco Gianluca Dessi: "Le aspettative sono per un’estate con flussi che torneranno ai livelli del boom del 2019"

Se la pandemia non farà brutti scherzi, Villasimius, la perla del Sud della Sardegna con una ventina di meravigliose spiagge (dall’arenile di Porto Giunco alla Punta Molentis, da Simius a Campus) che si affacciano su un mare cristallino, vivrà un’estate alla grande. “Dalle prenotazioni e dagli arrivi di maggio e giugno – spiega Gianluca Dessi, sindaco di Villasimius – le aspettative sono per un’estate con flussi che torneranno ai livelli del boom del 2019″.

Qual è la vostra capacità ricettiva?

“Circa 20mila posti dagli hotel 4 stelle che forniscono servizi da 5 stelle ai B&B più seimila seconde case. E’ evidente che in estate tutti i servizi vengano messi alla prova con l’arrivo in agosto di 70mila turisti a cui si aggiungono 25mila vacanzieri del week-end dal Cagliaritano e dai territori limitrofi. Un numero di presenze che non può non avere un impatto antropico sul territorio e allo stesso tempo richiede sempre più investimenti in servizi per garantire un’alta qualità dei soggiorni”.

Perché Villasimius è così ricercata dal turismo?

“Perché ha le più belle spiagge, secondo me, dell’isola, almeno del Sud della Sardegna e il fiore all’occhiello di essere un’area marina protetta fin dal 1998. In questi anni abbiamo sviluppato una grande sensibilità ambientale, con l’83% per esempio di raccolta differenziata e investito in infrastrutture, dai parcheggi adiacenti a ogni spiaggia ai depuratori, per rendere la vacanza più fruibile e più sostenibile possibile”.

Vacanza di divertimento?

“Qui c’è tutto, dalle attività sportive all’enogastronomia, dai musei ai locali notturni. E anche quest’anno ci sarà un ricco calendario di eventi a partire dal Festival della Marina che da luglio ad agosto vedrà la partecipazione di artisti, scrittori, giornalisti, da Lucilla Giagnoni a Paolo Faroni, da Massimo Popolizio a Michela Marzano, da Chiara Gamberale a Roberta Bruzzone solo per citare alcuni nomi”.

Progetti in cantiere?

“Un miglioramento costante dei servizi e delle infrastrutture con un occhio di riguardo alla sostenibilità e per cui stiamo partecipando a tutti i bandi del Pnrr”.