Nella casa della nautica

Nello Stivale la Liguria è la regina dei porti turistici e delle marine. Al Salone di Genova, torna l’appuntamento, con il meglio del settore

La Liguria, secondo i dati di Confindustria nautica e Fondazione Edison pubblicati su monitor l’analisi di mercato 2020/21, vanta il record nazionale delle imbarcazioni da diporto iscritte presso uffici marittimi e motorizzazione civile con 18.296 unità da diporto comprese tra piccole barche a vela e motore sotto i dieci metri ai maxi yacht superiori ai 24 metri. Un dato che stacca di gran lunga la Campania, al secondo posto con poco più di 15 mila imbarcazioni, il Lazio (oltre 10.200 barche iscritte) e la Toscana che sfiora le 10 mila imbarcazioni iscritte.

La Liguria è anche la regina dei porti turistici con 13 marine (sono 85 in tutta Italia) disseminate lungo le sue coste capaci di assicurare 7546 posti barca, oltre duemila in più del Friuli Venezia Giulia che conta lo stesso numero di infrastrutture. Seguono Sardegna (12), Veneto ed Emilia Romagna (8), Toscana (7), Campania e Sicilia (5), Lazio, Puglia e Marche (3), Basilicata (2) e Abruzzo, Molise e Calabria con una marina ciascuna. Inoltre, il waterfront ligure può contare complessivamente su 70 infrastrutture portuali capaci di garantire all’utenza 21.851 posti barca: un’offerta infrastrutturale davvero importante. Anche perché, rivela l’analisi di Monitor, “la maggior parte dei porti in Italia sono polifunzionali (458, pari al 59% delle strutture)” con una capacità ricettiva in tutta Italia di “quasi 160 mila posti barca (-2,5% rispetto allo scorso anno” e quindi la Liguria da sola rappresenta quasi il 14% della ricettività nautica nazionale.

E che la Liguria sia la ‘casa’ della nautica, ce lo dice anche il Salone Nautico di Genova (per questa edizione in programma dal 16 al 21 di settembre), che da 61 anni mostra al mondo intero lo specchio di un mercato che, nonostante la pandemia, si conferma un settore trainante per la nostra economia e il made in Italy e con un trend di crescita molto sostenuto: lo dimostra il tutto esaurito in termini di adesioni degli espositori nazionali e internazionali che sono anche il premio all’autorevolezza e alla credibilità acquisite con il successo dell’organizzazione della 60/a edizione dello scorso anno, unica manifestazione di settore organizzata in presenza e in sicurezza in Europa nel 2020. Il Salone ripropone il collaudato format multi-specialistico che si svilupperà su una superficie di oltre 200.000 mq, con l’85% delle aree completamente all’aperto, ospitando più di mille imbarcazioni e un migliaio di brand presenti. “Il 2021 – osserva Marina Stella, direttrice generale di Confindustria Nautica -vede il 70% delle aziende con un trend di crescita del 10-20%, il 24% di queste prevede un aumento del fatturato del 10% e solo il 3% una decrescita. Il Made in Italy è conduttore della ripresa: abbiamo condiviso un piano con ICE Agenzia, attraverso il Piano di Promozione del Made in Italy del ministero degli Esteri per sostenere l’internazionalizzazione delle nostre aziende, e con Simest, che sosterrà le imprese attivando strumenti di finanziamento anche a fondo perduto per la partecipazione al Salone”.

L’INIZIATIVA

Un premio per il design

Il Salone Nautico 2021 ospiterà anche la seconda edizione del “Design Innovation Award”, il premio istituito nel 2020 da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici, con l’obiettivo di sostenere l’eccellenza della nautica e valorizzare l’innovazione promossa dagli espositori del Salone Nautico di Genova attraverso i propri prodotti. La premiazione dei vincitori delle 9 categorie in concorso, votate da una giuria internazionale composta da esperti di design, rappresentanti del mondo accademico e produttivo e giornalisti specializzati del settore, avrà luogo nelle prime giornate della 61/o Salone Nautico. Il regolamento e la scheda di partecipazione sono disponibili sul sito www.salonenautico.com nella sezione dedicata.

IL PROGRAMMA

Conferenze e seminari

Tra gli eventi in programma quest’anno è confermato il tradizionale palinsesto “Forum” dei convegni istituzionali, realizzati in collaborazione con Confindustria Nautica, dove trovano spazio seminari tecnici e conferenze sui temi del settore. Primo fra tutti, nella giornata di apertura, Boating Economic Forecast, con la presentazione della nuova edizione della Nautica in Cifre e una tavola rotonda sugli scenari per l’export dell’industria dello yachting e per l’incoming del turismo nautico. Previsti inoltre focus su innovazione e sostenibilità, con l’organizzazione di seminari sulle tecnologie innovative e un ciclo di workshop di aggiornamento tecnico. Il 18 settembre, invece, tradizionale appuntamento con la “Millevele”, la veleggiata di Genova organizzata dallo Yacht Club Italiano.

IL PROGETTO

Un moderno powerboat

Si chiama Gran Turismo 45 una delle principali novità che Benetau, il gruppo leader di mercato mondiale per le barche ed europeo per le case da diporto con 7600 dipendenti in Francia, Usa, Italia, Polonia e Cina. Lungo poco meno di 15 metri il nuovo express cruiser punta sull’accoglienza a bordo e sulla funzionalità. Progettato da Benetau Powerboat, con interni di Andreani design, il nuovo Gran Turismo 45 ha come punti forti le grandi aperture, un’ampia piattaforma per il bagno e il pozzetto arredato con divano a U e dotato di wet bar con lavello, frigorifero e macchina per il ghiaccio. Gli interni sono organizzati attorno al grande quadrato con la cucina: a poppa del living c’è la cabina armatoriale, a prua una cabina ospiti. Oltre all’allestimento standard, è possibile trasformare il quadrato in una seconda cabina ospiti. La barca ha due motori entrobordo da 440 cavalli.

GLI OSPITI

Al Breitling Theatre gli atleti di Luna Rossa

Il Breitling Theatre nell’area Sailing ospiterà eventi, presentazioni e tavole rotonde con la presenza di ospiti e campioni della vela. Particolarmente attesi saranno gli atleti italiani che avranno partecipato alle recenti Olimpiadi di Tokyo 2020 e il team Luna Rossa Prada Pirelli, vincitore della Prada Cup e finalista della 36/a edizione dell’America’s Cup disputata ad Auckland in Nuova Zelanda. Tra gli ospiti anche Giancarlo Pedote, il navigatore italiano che ha concluso l’edizione 2020 del Vendee Globe, il giro del mondo senza assistenza e senza scalo all’ottavo posto, miglior prestazione di sempre di un concorrete italiano. Il 16 settembre prenderà il via la RoundItaly, la più lunga regata offshore non-stop del Mediterraneo: 1.130 le miglia da percorrere, che definiranno anche il record di percorrenza Genova-Trieste, unendo idealmente le due città.