Parapendio e deltaplano, Trofeo Monte Grappa: sfida di velocità sulle ali del vento

Dal 27 marzo al primo aprile la celebre montagna veneta farà da anfiteatro alle gare tra i migliori piloti del mondo. Un coloratissimo stormo umano che ‘cavalca’ le correnti ascensionali

di LAURA OLGA MARIA DE BENEDETTI -
26 marzo 2024
Gara di parapendio e deltaplano partendo dal Monte Grappa, zona caratterizzata da particolari correnti ascensionali

Gara di parapendio e deltaplano partendo dal Monte Grappa, zona caratterizzata da particolari correnti ascensionali

Il cielo del Monte Grappa è pronto per un evento spettacolare che coinvolgerà centinaia di moderni Icaro, dotati però di ‘ali’ super tecnologiche, e non certo di cera come nel mito, provenienti da tutto il mondo, compresi Cina e Corea.

Trofeo Montegrappa, evento internazionale

Dal 27 marzo al primo aprile 2024, il Monte Grappa il cielo che lo circonda saranno il palcoscenico naturale di una delle competizioni più rinomate nel mondo del volo libero, il Trofeo Montegrappa, giunto alla sua 38esima edizione, che richiama i migliori piloti di parapendio e deltaplano a sfidarsi in gare avvincenti e spettacolari. Anche per chi, da terra, vede centinaia di vele colorate che si muovono assieme in volo.

Volo libero ma ‘in stormo’

Durante il Trofeo Montegrappa, i piloti si sfideranno in gare lunghe anche oltre cento chilometri, attraversando le suggestive Prealpi trevigiane e vicentine. Questa competizione non è solo una dimostrazione di abilità tecnica, ma anche una sfida contro le correnti ascensionali uniche che caratterizzano questa regione. Dopo essere decollati i piloti devono raggiungere una ideale linea di volo nel cielo e poi dirigersi verso la meta: vince chi arriva primo al punto di destinazione. Queste manovre e acrobazie fanno sembrare gli atleti del parapendio e deltaplano come uccelli dal colori vivaci che si muovono in stormo.

La spettacolare gara internazionale di parapendio e deltaplano del Trofeo Montegrappa
La spettacolare gara internazionale di parapendio e deltaplano del Trofeo Montegrappa

‘Piloti’ lungo le correnti dell’aria

Il Trofeo Montegrappa attira i piloti più talentuosi e competitivi provenienti da tutto il mondo. Quest'anno, saranno presenti professionisti provenienti da venti diverse nazioni, inclusi paesi come Germania, Francia, Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Svizzera, Gran Bretagna, e persino Cina e Corea.

Sport, spettacolo e turismo

Oltre all'aspetto sportivo, il Trofeo Montegrappa offre un'importante opportunità economica per la regione Veneto. Il volo libero rappresenta una risorsa turistica significativa, con oltre centomila presenze turistiche generate ogni anno, di cui 20mila piloti, contribuendo all'indotto economico locale per un valore stimato in decine di milioni di euro per l'area Pedemontana. Il volo libero da solo vale circa il 13% del Pil dell’intero Comune di Borso, considerato dagli addetti ai lavori una sorta di capitale europea per il settore. Il bacino d'utenza maggiore è la Germania, dove ci sono 45.000 appassionati di volo libero.

Gara di velocità con le nuvole come boe 

Il Trofeo Montegrappa si svolge su cinque manches, una al giorno, e consiste in una gara di velocità. I piloti devono completare un percorso assegnato giornalmente, passando attraverso una serie di boe da smarcare utilizzando il Gps di bordo. Le sfide sono lunghe anche oltre cento chilometri dai Colli trevigiani a quelli vicentini, lungo il Massiccio del Monte Grappa, recentemente insignito del bollino Mab (Man and the Biosphere) dell’Unesco. La competizione è estremamente selettiva, con la partecipazione limitata a 150 piloti di parapendio e 48 piloti di deltaplano, selezionata tra i migliori al mondo secondo il ranking Fai, Federazione Aeronautica Internazionale.

Punti di decollo e atterraggio

Le fasi di decollo e atterraggio sono le più spettacolari: i piloti saranno visibili dai Colli Asolani ai colli Vicentini (Malo, il Monte Carega e il Monte Pasubio a ovest) per decine di chilometri di cielo. Gli atterraggi ufficiali saranno al confine tra le province di Treviso e Vicenza: a San Giacomo a Romano d'Ezzelino, Garden Relais, Paradiso e San Pierin a Borso del Grappa. I punti di decollo ufficiali saranno sulle Antenne di Rubbietto a Conco-Lusiana e Romano d'Ezzelino. “Per il secondo anno di seguito gareggeranno assieme parapendii e deltaplani”, spiega Lorenzo Zamprogno, presidente del Club Volo Libero Montegrappa, associazione attiva dal 1979 che, in collaborazione con l’ Aeroclub Aec Blue Phoenix, organizza l’evento.

Monte Grappa e le correnti ascensionali 

Il successo del volo libero sul Monte Grappa è legato in particolare alle condizioni meteorologiche che favoriscono lo sviluppo di correnti ascensionali praticamente tutto l'anno. Queste correnti, insieme alla facilità di accesso ai punti di decollo e alle aree di atterraggio sicure, rendono il Monte Grappa una destinazione ideale per gli appassionati di volo libero di tutto il mondo.

Consorzio Turistico Vivere il Grappa

Il successo del Trofeo Montegrappa è reso possibile grazie al Consorzio Turistico Vivere il Grappa. Fondata nel 1997, questa organizzazione si impegna a promuovere e sviluppare il turismo nella regione, offrendo ospitalità e servizi ai visitatori. Grazie alla sua rete di partner, il Consorzio contribuisce a rendere l'esperienza turistica sul Monte Grappa indimenticabile per tutti i partecipanti.