Turismo a cavallo nei parchi: 7.000 chilometri di itinerari equestri in tutta Italia

Da marzo a ottobre, una serie di tappe consentono un escursionismo a basso impatto ambientale lungo percorsi dedicati in 22 aree protette

di LAURA OLGA MARIA DE BENEDETTI -
5 marzo 2024
Escursione a cavallo alla scoperta di aree naturali protette

Escursione a cavallo alla scoperta di aree naturali protette

Il ‘movimento lento’, immerso nella natura, è in continua espansione e mutazione. Ai tradizionali percorsi per il trekking si sono aggiunti negli ultimi anni i percorsi georeferenziati per chi si sposta in bicicletta o in mountain bike e, ancora più di recente, con le due ruote a pedali ma elettriche. Ma la natura e di sostenibilità sta progettando ad incentivare anche il turismo a cavallo, affinché l'equitazione non sia solo uno sport per pochi praticato nei campi di gara ma torni ad essere molto più semplicemente un modo ecologico per spostarsi in luoghi ameni, lontani dalle auto.

È in quest'ottica che è nato il progetto “Esplorare le bellezze dei parchi a cavallo” il quale mette in rete 22 aree protette italiane, da nord a sud della penisola, tra colline e montagne, parchi peri-urbani, costieri e fluviali e i relativi sentieri percorribili a cavallo, facendosi promotori di pratiche di turismo lento.

Aree protette e percorsi a cavallo

L’Italia è uno dei paesi più ricchi di biodiversità in Europa, grazie a 1300 specie di piante e 10.000 specie di animali endemiche, che vivono esclusivamente nel nostro territorio. La fauna italiana, sia marina che terrestre, comprende oltre 60.000 specie, con il 98% costituito da invertebrati e il resto da circa 1200 specie di vertebrati. A tutela di questa ricchezza ambientale in Italia esistono numerose Aree protette che favoriscono la tutela di animali e habitat: 24 parchi nazionali, 135 parchi regionali, 147 riserve naturali statali, 32 aree marine protette e oltre 360 riserve regionali. Attraverso questa iniziativa, si vuole promuovere l’escursionismo equestre come forma di turismo sostenibile, incentivando pratiche a basso impatto ambientale e contribuendo allo sviluppo economico locale in modo sostenibile.

Turismo equestre: 7.000 km di itinerari

Prima della pandemia, ogni anno si registravano circa 27 milioni di presenze turistiche nei Parchi. Questa filiera del turismo genera 105.000 posti di lavoro e un valore di 5,5 miliardi di euro. Inoltre, in Italia, 1,5 milioni appassionati al turismo equestre possono godere di 7.000 chilometri di itinerari lungo i quali sono censiti 16.000 allevamenti. Questo settore impiega oltre 50.000 addetti e genera un volume d’affari che supera i 900 milioni di euro.

Patto siglato a Verona

Durante l’edizione di Fieracavalli 2023 a Verona, la più importante del settore, è stato firmato un protocollo d’intesa tra Federparchi e l’associazione Natura a cavallo. Questo impegno ufficiale mira a promuovere la collaborazione per la tutela dell’ambiente e la valorizzazione delle aree protette. Il viaggio attraverso le bellezze naturali dell’Italia inizia il 9 e 10 marzo in Veneto, nel parco regionale dei Colli Euganei, il primo dei 22 percorsi equestri che attraverseranno le aree naturali protette. Successivamente, il 21 e 24 marzo, ci saranno tappe al parco Regionale Spina verde di Como e alla Pineta di Appiano Gentile e Tradate

Tutte le tappe a cavallo

Dopo l’esordio con la prima tappa il 4 gennaio e il 6 gennaio nella riserva del Sacro Monte di Crea a Ozzano Monferrato in Piemonte, ecco il calendario con tutte le tappe italiane dell'iniziativa “Esplorare le bellezze dei parchi a cavallo”.

  • 9 e 10 marzo Parco dei Colli Euganei in Veneto
  • 21/24 marzo Parco Regionale Spina Verde e Pineta di Appiano Gentile e Tradate in Lombardia  05/07 aprile Horse Green Experience nel Parco di San Rossore (Pi), in Toscana
  • 14 aprile Parco del Sile in Veneto
  • 10/24 aprile Alta Murgia, Appenino Lucano, Pollino, viaggio tra Parchi del Sud nelle regioni Puglia, Basilicata, Calabria
  • 25-28 aprile Raduno Nazionale a Matera in Basilicata
  • 11/12 maggio - Alla scoperta del Conero, dal Monte al mare incantato nelle Marche
  • 16/19 maggio Horse Green  Experience nazionale Nei parchi Romani a Roma
  • 19 maggio Parco Nazionale della Murgia - Alla scoperta della Foresta Mercadante e Cassano delle Murge in Puglia
  • 01/02 giugno Parco della Venere nell'Appenino Bolognese in Emilia Romagna
  • 08/09 giugno - Horse Green Experience sul fiume Brenta
  • 9 giugno Monte Mauro, Cascate Rosse e Valle dei Mulini in Molise
  • 15/16 giugno Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, da Riolo Terme a Badia di Susinana in Emilia Romagna
  • 28/30 giugno La Valchiusella e la Riserva del Monti Pelati in Piemonte
  • 04/07 luglio A cavallo nel Parco Paneveggio e Pale di San Martino in Trentino
  • 12/14 luglio Fiastra nel Parco Nazionale del Monti Sibillini (Perugia)
  • 20/21 luglio Fossili paleontologici di Bolca nel Parco della Lessinia Lombardia Veneto
  • 05/11 agosto 16° Cavalcata di Waldmünchen in Germania
  • 29 agosto/01 Settembre La Valle di Comino nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
  • 13/15 settembre Parco fluviale del Nera, Cascata delle Marmore, lago di Piediluco a Terni
  • 14/15 settembre In sella nel Parco nazionale del Pollino in Calabria
  • 20/22 settembre parco di Tolfa nel Lazio 
  • 27/29 settembre Parco Nazionale delle Dolomiti bellunesi in Veneto  
  • 10/13 ottobre Ottobrata romana nel Parco di Vejo nel Lazio
  • 29 ottobre Foliage alla faggera di Canfaito San Severino nelle Marche
  • 30 ottobre/1 novembre Horse Green Experience nel Parco di Stupinigi a Torino
  • 07/10 novembre appuntamento alla 126ma Fieracavalli di Verona 

Attività sostenibili

Mauro Ferrari, presidente di Natura a Cavallo, nei giorni scorsi, quando l’iniziativa è stata presentata ha sottolineato l’importanza di collaborare con le istituzioni e le amministrazioni locali. Grazie a questa iniziativa, gli appassionati del turismo equestre saranno accompagnati nei luoghi naturali più belli d’Italia da coloro che sono i “padroni di casa”, preservando e valorizzando i parchi. 

Secondo Luca Santini, presidente di Federparchi, la consapevolezza della tutela della biodiversità arriva soprattutto tramite l’esperienza diretta. Percorrere un sentiero di un’area protetta a cavallo permette di entrare in contatto con l’animale, uno dei più antichi amici dell’uomo, e di immergersi nella natura, comprendendo la fragilità e la forza degli habitat naturali.

Claudio Barbaro, sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, ha elogiato l’iniziativa “Esplorare le bellezze dei parchi a cavallo”: l’obiettivo è valorizzare e sperimentare attività produttive sostenibili per l’ambiente.