Con il sostegno di:

La top 10 delle grandi città da visitare nel 2023

La classifica ‘World’s Best Cities’ premia le grandi metropoli che hanno una buona offerta turistica. Ecco le città da visitare nel 2023 secondo il report

le-grandi-citta-da-visitare-nel-2023-londra-al-top-roma-al-settimo-posto

Quali sono le metropoli turisticamente più appetibili nel 2023? La risposta è offerta da Resonance Consultancy, società di consulenza internazionale che si occupa soprattutto di marketing e turismo. Ogni anno Resonance stila il report ‘World’s Best Cities’. Si tratta di una classifica che elenca le 100 città del mondo che, pur superando il milione di abitanti, riescono a garantire una buona qualità della vita abbinata a un’ottima offerta turistica. Nella top ten per il 2023 compare anche un’italiana: Roma. Ecco quali metropoli occupano le prime dieci posizioni e devono assolutamente essere visitate nel corso dell’anno appena iniziato.

10. Amsterdam

In fondo alla top ten c’è Amsterdam, la capitale olandese. Da sempre meta per i turisti provenienti da tutto il mondo, la città può contare su un’offerta variegata. Si va dalle passeggiate in bicicletta, ai locali caratteristici, fino ai conosciutissimi musei cittadini.

9. Singapore

Al nono posto secondo la classifica delle ‘World’s Best Cities’ si trova invece Singapore, uno dei poli più innovativi d’Oriente. La posizione alta si deve soprattutto all’impiego di politiche green in città, portato avanti nell’ultimo decennio. Una scelta che ha convinto gli abitanti e che affascina i turisti.

8. Madrid

La Spagna porta nelle prime dieci posizioni due diverse città. Madrid, la Capitale, si classifica ottava grazie al suo patrimonio artistico, storico e architettonico.

7. Roma

Al settimo posto tra le migliori metropoli al mondo per i turisti, si classifica l’unica città italiana presente in top ten: Roma. La Capitale non ha bisogno di presentazioni perché offre un soggiorno indimenticabile tra monumenti imponenti e piatti tipici tutti da gustare.

6. Barcellona

In sesta posizione torna la Spagna con un’altra grande città. La rambla, la Sagrada Familia, Parc Guell e tanto altro ancora. Tra i punti a favore di Barcellona c’è anche il clima mite su cui può contare per gran parte dell’anno, che la rende visitabile dai turisti durante tutte le stagioni.

5. Dubai

L’Expo 2020 (che per ragioni pandemiche si è svolto tra l’autunno del 2021 e la primavera del 2022) ha reso Dubai – che già era una meta turistica ambita – una delle migliori metropoli da visitare del 2023. Chi arriva in questa città resta affascinato dal lusso sfrenato, dall’imponenza dei palazzi e dalla bellezza delle sue spiagge.

4. Tokyo

Appena prima del podio, tra le World’s Best Cities, troviamo Tokyo. La capitale giapponese è un tripudio di colori e sapori che ogni turista vorrebbe scoprire. Tradizione e innovazione si mescolano perfettamente all’interno di questa grande metropoli.

3. New York

La Grande Mela occupa il terzo posto nella classifica delle grandi città turisticamente più appetibili al mondo. Chi la sceglie può contare su musei che ospitano opere importantissime, imponenti parchi, grandi magazzini, caffè, boutique, monumenti e set cinematografici. Si tratta di New York, c’è davvero bisogno di aggiungere altro?

2. Parigi

La Ville Lumière non perde mai il suo fascino, grazie al quale conquista la seconda posizione. Parigi è perfetta per le coppie – grazie alla sua vocazione romantica – ma anche per comitive di amici o per un viaggio in solitaria.

1. Londra

In cima alla classifica delle World’s Best Cities c’è Londra, la città che non dorme mai. Una posizione che la capitale britannica mantiene – secondo il report della Resonance Consultancy – da ben sette anni. La City era già per eccellenza la metropoli turisticamente più appetibile del mondo e le vicende che negli ultimi mesi hanno coinvolto la Casa Reale hanno di certo dato una mano.

Migliore città onoraria

Nel 2023 Resonance Consultancy ha anche deciso di assegnare un premio alla migliore città onoraria. Il riconoscimento è andato a Kiev, la capitale dell’Ucraina, non per meriti turistici ma per lo spirito resiliente che questa città ha saputo mantenere nel corso di un anno particolarmente difficile per la sua popolazione.